Home | Esteri | Afghanistan | Scontro a fuoco a Shindand, nessun militare italiano ferito

Scontro a fuoco a Shindand, nessun militare italiano ferito

Per alleggerire una nostra pattuglia assalita da raffiche, colpi di mortaio e razzi sono dovuti intervenire due aerei e gli elicotteri d’assalto Mangusta

image

Questo pomeriggio alle ore 15,30 locali (le 13 italiane), 5 chilometri a sud della base operativa avanzata di Shindand, una pattuglia italiana è stata ingaggiata a fuoco da elementi ostili per circa trenta minuti.
L’attacco alla pattuglia, impegnata in un’operazione di controllo e bonifica degli itinerari, è stato condotto con l’utilizzo di armi leggere, mortai e lanciarazzi Rpg (rocket propelled granade).
 
Lo scontro ha visto impegnati i paracadutisti del 183° reggimento Nembo di Pistoia, i bersaglieri del 7° reggimento di Altamura (BA) e i genieri del 4° reggimento guastatori di Palermo.
Sono intervenuti, a supporto del personale a terra, due aerei dell’Isaf (International Security Assistance Force) e gli elicotteri d’attacco italiani A129 Mangusta della Task Force Fenice.
Cessata l’azione di fuoco avversaria, la pattuglia ha fatto rientro in base a Shindand, senza riportare feriti.
 
La foto, di repertorio, è stata scattata da noi nella zona dello scontro nel corso di una nostra missione giornalistica.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande