Home | Esteri | Afghanistan | Elezioni in Afghanistan: ottimo il lavoro dei nostri militari

Elezioni in Afghanistan: ottimo il lavoro dei nostri militari

Si sono meritati l'elogio per come hanno gestito la sicurezza con le forze afghane

image

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, ha espresso la sua piena soddisfazione per l’andamento delle operazioni di voto e per la percentuale dei votanti che hanno potuto esprimere liberamente la loro scelta grazie alla cornice di sicurezza fornita dalle forze afghane supportate dalle forze internazionali di ISAF, di cui i militari italiani a Herat fanno parte.
 
«Una dimostrazione di maturità ed efficacia – ha sottolineato il Capo di Stato Maggiore della Difesa, – che segna un importante traguardo nel consolidamento del processo di transizione.
«Oggi è una giornata storica per ognuno di voi. Vivetela con orgoglio e con la consapevolezza che i nemici dell’Afghanistan che avevano minacciato di boicottare le elezioni hanno perso.
«Il commosso pensiero del contingente italiano di ISAF va ai nostri fratelli militari afghani che hanno perso la vita per il più alto e nobile degli ideali: l’amore per l’Afghanistan ed i suoi simboli.»
 
Con queste parole il generale Manlio Scopigno, comandante del contingente italiano in Afghanistan, si è rivolto ai militari delle forze di sicurezza afghane all’indomani delle elezioni presidenziali del 5 aprile, in cui più di un milione e mezzo di afghani sono stati chiamati ad esercitare il diritto di voto nelle quattro province in cui opera il Regional Command West, il comando  multinazionale ed interforze di ISAF su base brigata “Sassari”.
 
Più di ventitremila soldati e poliziotti afghani, addestrati in questi anni dai militari italiani, hanno garantito in maniera autonoma la sicurezza negli oltre 900 seggi elettorali allestiti nell’area di responsabilità italiana.
A fronte dei diciannove attacchi sferrati contro il dispositivo di sicurezza posto a presidio dei seggi, nessun civile è rimasto coinvolto mentre tre sono i soldati dell’esercito afghano che hanno perso la vita.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni