Home | Esteri | Afghanistan | A Herat non saremo ricordarti solo per le nostre armi

A Herat non saremo ricordarti solo per le nostre armi

Afghanistan: sottoscritto accordo di formazione tra medici e università

image

>
È stato firmato a Herat un accordo bilaterale (Memorandum of Understanding - MoU) tra l’Università di Herat e l’ospedale militare del 207° Corpo d’Armata dell’Afgan National Army.
L’accordo è stato sottoscritto a Camp Arena, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W) - Comando a guida italiana su base Brigata bersaglieri “Garibaldi” - dal Magnifico Rettore dell’università di Herat Abdul Zaher Mohtaseb, e dal Comandante del 207° Corpo, Generale Taji Jahed Mohammad.
Presente alla firma il Comandante del TAAC-W, Generale di Brigata Maurizio Angelo Scardino.
Grazie al Memorandum, nato da una iniziativa del TAAC-W, gli ufficiali medici del 207° Corpo d’Armata afgano potranno frequentare le strutture dell’ospedale di Herat, mentre gli studenti di medicina dell’Università di Herat potranno a loro volta accedere all’ospedale militare regionale di Camp Zafar: sia gli uni che gli altri potranno quindi affinare le loro abilità cliniche e pratiche, confrontando le proprie esperienze mediche ed i percorsi clinico-diagnostici.
L’evento offre la possibilità di un aggiornamento clinico e di educazione medica continua (EDC) al personale sanitario militare e civile, in un Paese al momento ancora sprovvisto di un programma formativo, e potrà infine incentivare l’arruolamento di personale sanitario.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni