Home | Esteri | Afghanistan | Bombardato ospedale MSF in Afghanistan: 9 morti e 37 feriti

Bombardato ospedale MSF in Afghanistan: 9 morti e 37 feriti

Medici Senza Frontiere: «Tutte le parti in conflitto avevano coordinate del nostro ospedale» – Il governo di Kabul: «Dentro si nascondevano terroristi»

Medici Senza Frontiere condanna nel modo più assoluto il terribile bombardamento che ha colpito l’ospedale dell’organizzazione a Kunduz, coinvolgendo staff e pazienti.
MSF vuole chiarire che tutte le parti in conflitto, comprese Kabul e Washington, erano perfettamente informate della posizione esatta delle strutture MSF - ospedale, foresteria, uffici e unità di stabilizzazione medica a Chardara (a nord-ovest di Kunduz).
Come in tutti i contesti di guerra, MSF ha comunicato le coordinate GPS a tutte le parti del conflitto in diverse occasioni negli ultimi mesi, la più recente il 29 settembre.
Il bombardamento è continuato per più di 30 minuti da quando gli ufficiali militari americani e afghani, a Kabul e Washington, ne sono stati informati. MSF chiede urgentemente chiarezza per capire esattamente cosa sia successo e come sia potuto accadere un evento di questa gravità.
 
 L’aggiornamento sulle vittime di MSF 
Al momento del bombardamento, nell'ospedale c'erano 105 pazienti con i loro familiari e 80 membri dello staff nazionale e internazionale di Msf.
È con grande tristezza che confermiamo la morte di 9 operatori MSF durante il bombardamento di questa notte all’ospedale di MSF a Kunduz.
L’ultimo aggiornamento parla di 37 feriti, tra cui 19 membri dello staff MSF. Alcuni dei feriti più gravi sono in corso di trasferimento in un ospedale a Puli Khumri, che dista 2 ore di auto.
Di molti pazienti e staff non si hanno ancora notizie.
L’impatto di questo terribile bombardamento sta diventando più chiaro e i numeri continuano a crescere.
 
 Il comunicato del comando Usa 
Alle 2.15 ora locale il centro traumi di Msf a Kunduz è stato colpito ripetutamente durante un intenso bombardamento ed è stato gravemente danneggiato.
Kunduz, strategica città settentrionale, occupata nei giorni scorsi dai talebani, è teatro in questi giorni di una grossa controffensiva dell'esercito di Kabul, appoggiata dalle Forze speciali Usa.
 
 La nota del governo di Kabul 
Al momento del bombardamento, nell'ospedale si nascondevano 10-15 terroristi.
Tutti i terroristi sono stati uccisi, ma fra le vittime ci sono stati anche dottori.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni