Home | Esteri | Europa | UE, i deputati Brexit voltano le spalle all’inno europeo

UE, i deputati Brexit voltano le spalle all’inno europeo

Quando si ascolta l’inno di un altro paese ci si alza in piedi in segno di rispetto

Il giorno dell’insediamento della nona legislatura del Parlamento europeo è stato dato il via all’esecuzione dell’inno europeo, Inno alla gioia.
Il presidente uscente, Antonio Tajani, è dovuto intervenire per invitare i 29 parlamentari del Brexit Party ad alzarsi in piedi per rispetto dell’istituzione. E questi si sono alzati ma hanno girato la schiena in segno di disprezzo.
Ciò che lascia perplessi è l’incoerenza di questo comportamento.
Anzitutto una cosa è voler uscire dall’Unione Europea e un’altra è disprezzarla. Quando se ne andranno – ammesso che a Londra si mettano d’accordo – dovranno pur sempre tenere rapporti con la UE come si usa tra stati civili.
Ma la cosa difficile da capire è per quale motivo siano venuti al Parlamento Europeo che tando detestano. Con un minimo di coerenza potevano restare tranquillamente a casa loro.
Quando c’è una separazione o un divorzio, non costa molto mantenere le buone maniere. Una questione di educazione democratica, che a quanto pare oltre Manica si è dileguata.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni