Home | Esteri | Viaggi | Le bellezze della Sardegna in primavera

Le bellezze della Sardegna in primavera

I luoghi da visitare e le attività da svolgere durante questa stagione

Con l’arrivo della primavera e della bella stagione sono sempre molti coloro che decidono di spostarsi e trascorrere intere giornate o weekend lontani da casa. Infatti, la stagione primaverile rappresenta il momento ideale per dedicarsi ai viaggi e per visitare posti nuovi perché, il clima mite e le giornate calde ma non afose, ci permettono di passare del tempo all’aria aperta godendoci il sole e l’aria pura.
Tra le regioni più amate e più visitate in primavera c’è la Sardegna, dunque scopriamo insieme i luoghi da visitare e le attività da svolgere durante questa stagione.
 
 Cosa visitare?  
Nonostante possa sembrare una meta prevalentemente estiva, la Sardegna rappresenta una bellissima regione da visitare in qualsiasi stagione, specialmente durante i mesi autunnali e quelli primaverili.
Il suo clima favorevole la rende particolarmente adatta per l’organizzazione di viaggi romantici, tra amici oppure in famiglia.
Per prima cosa è necessario consultare gli orari traghetti e navi per la Sardegna che vi porteranno su questa magnifica isola.
Una volta sbarcati, ad accogliervi ci sarà un territorio che si presta bene sia qualora siate appassionati di storia e città d’arte sia qualora vi piaccia trascorrere del tempo in mezzo alla natura.
 
Tra le città più belle e frequentate c’è senza dubbio il capoluogo: Cagliari.
Questa affascinante città è racchiusa tra l’azzurro del mare e le rocce di calcare bianco. È famosa per le sue limpide spiagge, per i suoi monumenti storici e culturali e per i suoi paesaggi mozzafiato.
Il quartiere Castello, il vero cuore di Cagliari e il centro storico con le sue imponenti mura sono i luoghi più visitati. Dominano le Torri di San Pancrazio e dell’Elefante, il Bastione di Saint Remy, la Porta dei Leoni e la Cattedrale di Santa Maria. Quest’ultima è stata eretta dai Pisani nel XIII secolo sulle rovine dell’antica chiesa di Santa Cecilia e racchiude in sé diversi stili artistici e diverse opere degne di nota, come la scultura della Madonna col Bambino realizzata dal celebre Filippo Figari.
 
Per gli amanti del trekking, la Sardegna offre tantissimi sentieri e paesaggi per svolgere escursioni e scarpinate.
Famosissime sono le camminate sul massiccio montuoso sardo del Gennargentu che offre percorsi di ogni tipo e difficoltà alla scoperta di flora e fauna nostrane.
Tra le specie maggiormente presenti abbiamo l’aquila reale e i gruppi di mufloni, mentre la vegetazione è costituita da prati, garighe e macchie.
Arricchiscono il paesaggio freschissime sorgenti grazie alle quali è possibile abbeverarsi durante il nostro cammino.
 
 Bontà enogastronomiche  
Se siamo amanti del buon cibo e desideriamo riscoprire gli antichi sapori della Sardegna, possiamo scegliere agriturismi e casali che offrono l’opportunità di dedicarsi alle degustazioni di bontà ed eccellenze locali.
È sempre bello concludere le visite ai musei e ai siti archeologici assaporando salumi, formaggi e vini tipicamente sardi che permetteranno di riscoprire le autenticità di questa terra.
 
Tra le prelibatezze che è possibile assaporare in Sardegna c’è il famosissimo Pecorino sardo, fresco o stagionato, un formaggio a pasta semicotta prodotto con latte ovino intero.
Insomma, qualsiasi panorama scegliamo e in qualsiasi modo decidiamo di improntare il nostro viaggio in Sardegna, se alla scoperta della natura, dell’arte o delle ricchezze enogastronomiche, si tratta di una regione magnifica tutto da scoprire.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande