Home | Esteri | Viaggi | Le dieci cose da non dimenticare quando si va a un festival

Le dieci cose da non dimenticare quando si va a un festival

Una piattaforma specializzata nei trasporti e viaggi ha preparato una lista di cose che non devono assolutamente mancare nello zaino

Virail è una piattaforma online che confronta i prezzi e gli orari di tutti i mezzi di trasporto disponibili per tuoi viaggi e aiuta a trovare il modo più semplice e veloce per raggiungere la destinazione.
In pieno dell’estate iniziano anche concerti e festival e Virail, esperta nel settore dei trasporti e dei viaggi, ha preparato una lista di cose che non devono assolutamente mancare nello zaino se si va a un festival.
Eccole.

- DOCUMENTO: ebbene sì all’entrata, durante il controllo zaini, spesso controllano anche i documenti, carta d’Identità, passaporto o qualsiasi documento che vi faccia riconoscere.
 
- SOLDI CONTANTI: soldi, soldi e ancora soldi; all’interno dei festival tutto costa caro, dalla birra, ai panini, all’acqua quindi siate pronti a spenderne tanti. Sicuramente ci saranno degli sportelli bancomat ma potete immaginarvi 200mila persone in coda per prelevare? Ecco avete capito, meglio partire con già dei contanti in mano. 
 
- KEYWAY O MANTELLA IN CASO DI PIOGGIA: fondamentale avere qualcosa per coprirsi in caso di pioggia, almeno se dovesse venire giù il diluvio universale eviterete di lavarvi completamente.
 
- CREMA SOLARE e CAPPELLINO: e se invece dovessero esserci 40 gradi? Non dimenticatevi di portare una crema solare e un cappellino o una bandana, cosi eviterete di tornare a casa rossi come dei peperoni; ricordatevi prevenire è meglio che curare.
 
- ABBIGLIAMENTO: partendo dal presupposto che state andando a un concerto rock e non alla prima della scala mettetevi comodi, nessuno sarà lì per giudicare il vostro abbigliamento; e tanto vorrei vedervi dopo 3 ore come sarete conciati tra una birra e l’altra, quindi la comodità è la prima cosa. Importante però ricordarsi di portare una maglietta di cambio, indispensabile dopo aver trascorso 8 ore sotto il sole o la pioggia, tutti sudati e puzzolenti.
Fidatevi che mi ringrazierete quando a fine concerto la tirerete fuori dallo zaino.
E infine ovviamente indossate scarpe da battaglia, vecchie, economiche e comode dato che passerete tutta la giornata in piedi e a ballare. 
 
- SALVIETTINE UMIDIFICATE e FAZZOLETTI: non c’è bisogno che ve lo dica, non aspettatevi cessi puliti, troverete solamente bagni chimici, spesso sprovvisti di carta quindi dei fazzoletti o delle salviettine posso sempre tornare utili. 
 
- CIBO: non fate i calabresi al mare con parmigiana e peperonata, portate giusto qualche snack e per il resto fatevi ispirare dai tanti food truck che saranno presenti. 
 
- BORRACCIA/ACQUA: non è detto che vi faranno entrare con le bottigliette, però la borraccia potete portarla e riempirla alle varie fontanelle che troverete all’interno. Ricordatevi di bere acqua, altrimenti rischiate di collassare male. 
 
- PRESERVATIVI: Ragazzi, limitatevi a cantare che meglio. Però non si sa mai, meglio averli sempre in tasca!
 
- BIGLIETTO: e infine ultimo ma non meno importante, ragazzi controllate sempre di avere il biglietto nello zaino, no ticket no party.
Insomma ora che avete tutto siete pronti per partire per il vostro festival, e ricordatevi LET’S ROCK! 
 
Ricordiamo che Virail è una piattaforma online che confronta i prezzi dei biglietti di treni, aerei, bus e carpooling e trova l’offerta adatta alle tue esigenze.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni