Home | Esteri | Terrorismo internazionale | Attentato di Barcellona: le vittime sono 14, due sono italiani

Attentato di Barcellona: le vittime sono 14, due sono italiani

Il dolore del presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti

È ufficiale. Due delle vittime (che sono salite a 14) sono italiane.
Si tratta di Bruno, 35enne, travolto davanti alla compagna e ai due figli, e Luca, 25enne, che era in viaggio di piacere con la fidanzata.
In entrambi i casi i congiunti che erano con loro hanno assistito alla scena e si sono salvati per caso.
Altri tre italiani erano rimasti feriti. Due sono stati dimessi non appena avute le cure del caso, l’altro presenta una frattura, peraltro non grave.
Per quanto riguarda le indagini, il criminale che era alla guida del furgone è ancora in fuga.
Di seguito il commento del presidente del Consiglio provinciale Bruno Doriogatti.

L’ennesimo urlo del terrore è riecheggiato nelle strade affollate di Barcellona, macchiandole di sangue innocente e riportando alla mente dell’Europa e dei suoi cittadini la similitudine con drammi altrettanto cruenti e crudeli.
Nel diffondere l’angoscia e il panico, il terrorismo, figlio dell’estremismo islamico più acuto, prova ad insinuare nella vita di noi tutti il germe corrosivo della paura, con lo scopo di bloccare lo sviluppo delle società moderne e dei processi di integrazione, ma si tratta di un progetto destinato al fallimento perché la paura non ci piegherà.
Questo Paese ha resistito ad anni difficili e carichi di morte ed è riuscito a sconfiggere forze più o meno occulte e ad affermare il valore centrale della democrazia ed è con la medesima forza di allora che, anche oggi, affrontiamo con coraggio, compattezza e senza nessuno spirito di rivalsa il complicato tempo del presente, alzando alte le bandiere del dialogo, della cultura e della tolleranza.
A nome dell’intero Consiglio della Provincia autonoma di Trento e mio personale, esprimo la più totale condanna ed esecrazione, mentre porgo ai familiari delle vittime dell’odioso attentato di Barcellona i sentimenti di una sincera ed intensa vicinanza ed auguro ai feriti un pieno ristabilimento, confidando che tali drammi riescano a smuovere l’Europa politica verso orizzonti di maggiore unità e consapevolezza.
Bruno Dorigatti
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni