Home | Esteri | Ucraina | Solidarietà al popolo ucraino

Solidarietà al popolo ucraino

L’assessore Spinelli ieri sera all’evento organizzato all’Assicura Arena dall’associazione Rinia: «Vicinanza e gratitudine per il vostro impegno»

«La mia presenza qui oggi, a questa bella iniziativa di solidarietà, è per esprimere la vicinanza mia e della Provincia al popolo ucraino e a tutti coloro che si sono impegnati per questa serata di raccolta fondi.
«La guerra sta creando innanzitutto tante vittime e tanto dolore, ma ha originato anche forti tensioni a livello globale.
«La speranza è che per questa situazione drammatica si possa trovare presto una soluzione nel rispetto del diritto internazionale e soprattutto nel rispetto dei valori dell’uomo.»
 
Così l’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli che ieri sera ha preso parte all’evento di solidarietà a favore del popolo ucraino svoltosi alla Assicura Arena di Besenello.
L’iniziativa è stata organizzata da Rinia onlus, associazione di Riva del Garda attiva in progetti di cooperazione allo sviluppo internazionale e in eventi di solidarietà, con il sostegno di diversi imprenditori di origine albanese.
I fondi raccolti andranno all’associazione culturale degli ucraini in Trentino Rasom, particolarmente impegnata, da quando la guerra è iniziata, nel sostegno ai propri concittadini colpiti dal conflitto.
 
«Questo – ha affermato Spinelli – è un evento di sensibilizzazione ma anche di festa che crea comunità e un tessuto forte nel nostro Trentino.
«Un tessuto di persone ben integrate che si sono adoperate per un’iniziativa alla quale crediamo molto.
«Ringrazio l’associazione della comunità albanese Rinia per il lodevole impegno a favore del popolo ucraino, ma ringrazio anche gli imprenditori che hanno creduto in questo evento e l’hanno concretamente sostenuto.
«Desidero esprimere gratitudine anche all’associazione della comunità ucraina Rasom per l’aiuto che offre ai propri concittadini in questo drammatico momento storico. Se sarà possibile fare di più, noi ci saremo.»
 
«Il popolo ucraino – ha affermato il presidente di Rinia Erio Korani – sta attraversando un terribile momento e noi abbiamo voluto creare un evento improntato sui valori della pace e della solidarietà, con artisti albanesi di caratura internazionale che hanno compreso il significato di questa serata.»
La comunità albanese, in particolare, ha risposto all’iniziativa con una grande partecipazione, ma ieri sera alla Assicura Arena era presente un pubblico composto anche da trentini, cittadini di origine ucraina e di varia nazionalità che hanno voluto esprimere una comune solidarietà alla popolazione che sta subendo il conflitto.
 
«Noi siamo per la pace, voi siete per la pace, – hanno detto rivolgendosi al folto pubblico presente i rappresentanti dell’associazione Rasom nel corso della serata. – Accendiamo una speranza nel cuore dei nostri giovani ucraini, la speranza che la guerra finisca.»
All’evento hanno preso parte, fra gli altri, anche il sindaco di Riva del Garda Cristina Santi e il Console di Albania a Milano Luljeta Cobanaj.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande