Home | Festival Economia | 2007 | EX – Festival di musica e arte/Music and Arts Festival

EX – Festival di musica e arte/Music and Arts Festival

Ex Caserme Bresciani Trento - 31/5 1/6 2/6

image

Nell'ambito del Festival dell'Economia 2007, promosso da Provincia, Università e Comune di Trento, Agostino Carollo realizza il 31 maggio e i giorni 1 e 2 giugno 2007 «EX»: tre serate evento che uniscono musica e arte presso le «ex» caserme «Bresciani», a Trento.
I temi del ruolo del capitale sociale nell'educazione e nei processi di produzione e dell'accumulazione di capitale umano, che produce nuovi linguaggi, saranno raccolti nel clima di fondo delle serate, rivolte prevalentemente ad un pubblico giovane. La base degli eventi sarà infatti costituita da un'atmosfera distensiva, con un bar che mesce birra, long drink e soft drink e una colonna sonora creata da DJ di fama mondiale:
- giovedì 31 maggio Claudio Coccoluto e l'olandese Joy De La Rosa;
- venerdì 1 giugno la musica del Ministry of Sound di Londra con Marc Hughes e Spankox;
- sabato i suoni e i colori dell'Amnesia di Ibiza con Les Schmitz e Brian Cross.
Le serate saranno aperte da performance forti, video critici, ironici o d'approfondimento, cui faranno seguito performance e DJ provenienti dai più importanti dance club del mondo. Ne nascerà un grande happening distensivo/diversivo, una sorta di positiva «globalizzazione della cultura» che per tre notti farà volare Trento ad Amsterdam, Londra e Ibiza.
Le serate si svolgeranno nell'enorme location delle ex caserme «Bresciani», riprendendo così, sulla scia dell'esperienza dello scorso anno presso l'ex Italcementi di Piedicastello, uno spazio dismesso e proiettandolo per tre giorni nel futuro, con la consapevolezza che la musica, lo spettacolo, l'arte, sono espressione del cambiamento dei tempi e degli spazi.
Un'installazione a forma di insegna mobile composta da tubi al neon illuminati ad intermittenza raffiguranti le lettere EX ricorderà al pubblico che la location del Festival è solo temporanea ed è destinata ad essere trasformata: infatti, sarà presto abbattuta per lasciare spazio al nuovo ospedale.


PROGRAMMA


Giovedì 31 maggio 2007 - Agostino Carollo presents…

DJ
Claudio Coccoluto surfa oggi con il suo nome di battesimo sull'onda del millennio, propone nuove miscele musicali, affronta la next-age da DJ, artista, comunicatore globale, antenna emozionale rice-trasmittente. Scanzonato e irriverente, ironico e graffiante, non risparmia neppure un disco per entrare nelle menti dei suoi utenti. Usa il revival, l'ipermoderno, il caraibico, il nordico senza troppi complimenti, impasta tutto quello che le sue orecchie sentono in giro per il mondo. Infinite le collaborazioni, le residenze, le presenze nelle classifiche internazionali come produttore e performer. La sua "casa-base" è il Goa di Roma dove il giovedì-sera produce "Ultrabeat", serata di qualità ad alta trasversalità. Su Radio DEEJAY è on air con "C.O.C.C.O." (pronunciato in inglese!), dove mixa rigorosamente live e solamente vecchio, sano ed eccitante vinile. Utilizza la tecnologia solo per "colloquiare" via e-mail, sms e chat con gli ascoltatori del network privato più ascoltato d'Italia.

Metà olandese e metà spagnola, cresciuta principalmente in Amsterdam ( la gran pentola fondente del mondo, Joy De La Rosa comincia a farsi notare come ballerina professionista (classica/jazz/tap) e realizzando molte produzioni televisive. Nel 2001 comincia a suonare come deejay in molti paesi tra cui Norvegia, Francia, Spagna, dove diviene resident DJ al Pacha Lapineda nell'estate 2004 e suona con DJ come Roger Sanchez, Todd Terry, Frankie Nuckles, Darren Emerson, Tiesto, Rui da Silva. Il suo modo di suonare attira l'attenzione di alcuni organizzatori che gli chiedono l'anno successivo di suonare nei party "Space" a Lapineda con Jose De Divina, Francesco Farfa, Tania Vulcano e allo stesso tempo entra nella DJ line up del tour promozionale IBIZA DJ DANCE AWARDS con Ramon Moya e la sponsorizzazione di Motorola e Vodaphone. All'ultimo Amsterdam Dance Event ha suonato con Benny Benassi nella notte più affollata dell'intero festival. Quando non è in giro per il mondo a suonare è molto occupata in studio con le sue produzioni groovy/progressive/tribal che spesso confluiscono nella tech-house.

VJ
Minimal Chic è anche produttore discografico. Per questo la sua interpretazione dell'arte del VJing è molto vicina alla performance musicale e si fonda sulla cultura elettronica e del loop che partendo dal sintetizzatore arriva al varispeed delle telecamere professionali. La base di Brescia è l'ideale per spostarsi in lungo e in largo nel nord Italia, dove realizza regolarmente visuals in alcuni dei più celebri club del Paese come il Bolgia, il Deore , il Mazoom, l'Alter Ego e il Prince.


Venerdì 1 giugno 2007 - Ministry of Sound London presents…


Il Ministry of Sound è il marchio più storico, forte e longevo dell'universo club britannico. A Londra dicono: «Ministry of Sound rules», vale a dire che il Ministry di Gaunt Street è la discoteca londinese più conosciuta al mondo, in particolare per i famosi venerdì o sabato sera. Il Ministry of Sound è enorme, l'architettura richiama un po' quella di molti locali in stile newyorchese. La musica è house e i DJ fanno a gara per riuscire a mettere mano ai piatti della sala principale, perché esibirsi al Ministry equivale a conquistarsi una laurea riconosciuta in tutto il mondo. Per entrare nel paradiso della house almeno una volta nella vita, bisogna fare qualche sacrificio: la selezione all'entrata è molto rigorosa.
Ma l'attività del Ministry of Sound non si limita all'intrattenimento serale: data la grande fama ormai raggiunta in fatto di musica house, i DJ del club pubblicano almeno una compilation l'anno, che è distribuita nei negozi di dischi di tutto il mondo. Inoltre un sito internet (www.ministryofsound.com) raccoglie tutte le informazioni sulle nuove tendenze musicali.

DJ
Marc Hughes
è da sempre uno dei DJ di punta del Ministry of Sound. Da 15 anni di cose ne ha fatte un bel po'. Londinese, ha lavorato (tanto per citarne alcuni) con Deep Dish, Masters at Work, Felix da Housecat e Tiefschwartz ed è resident DJ del Ministry of Sound dal 1999. Ha suonato al Pacha di Ibiza e praticamente in tutti i migliori club del pianeta. Fa parte con Audio Bullys, Switch, Jon Carter di un collettivo di producer inglesi chiamato House Brit Pack, un gruppo che fa di sonorità strane, particolari e dell'uso di campioni Hip Hop e Ragga il suo marchio di fabbrica. Marc Hughes oltre ad essere un DJ è anche un remixer davvero richiesto. Ad esempio ha remixato «Comfortably Numb», la splendida cover dei Pink Floyd che lanciò gli Scissor Sister qualche anno fa e "See You Through" dei Britalis.

Spankox è uno dei DJ/produttori italiani di maggior successo. Il Ministry of Sound ha scelto la sua «To The Club» come inno delle migliori serate nel club di Londra, ma non solo. Ha incluso il brano praticamente in tutte le compilation pubblicate tra la fine del 2004 e l'inizio del 2006, decretando il pezzo, composto e prodotto dall'uomo che si cela dietro il nome di Spankox, ovvero Agostino Carollo (conosciuto anche per le sue realizzazioni pubblicate con gli pseudonimi di Eyes Cream, Ago ed X-Treme), un vero e proprio "classico" della musica dance. Spankox ha da poco prodotto il remix ufficiale di «Let's Play House» di Elvis Presley e la EMI sta per pubblicare la sua nuova produzione, dal titolo «So True». Il sound di Spankox, ormai ospite fisso nei migliori club del mondo come il Patipa di Kiev, il Nocturnal di Miami, il Compound di Alanta e Il VooDoo di Las Vegas, è un concentrato di pura energia, che spazia dalla house all'electro, contaminata da sentimenti funky, ritmi tecnologici e voci inedite create in studio.

VJ
Rottenmeier
(alias Susanna Tesconi), dal 2000 lavora come editor video presso varie case di produzione TV. Attualmente lavora tra Pisa e Barcellona come videomaker freelance e VJ. Collabora con RAIeducational, RAI 3 Report, Geo&Geo. Tra il 2004 e il 2007 ha realizzato VJ-set per Dorfmeister, Amon Tobin, Andy Smith, Maniaci dei Dischi, DJ Smoke, SoulJazzRecords, Ecat, Royalize, Steve Vibronics, ChannelOne,,UK, Zu, Stanza 101 e altri. Il suo progetto Sig.na Rottenmeier fa parte della prima AV compilation in Dolby Surround 5.7 "Mixing Identities" prodotta da Alex Neri (Planet Funk).

Al nasce sotto un albero magico del Trentino negli anni '70 ed è un VJ che sfrutta le ultimissime tecnologie basandosi su piattaforme Macintosh per impressionare, divertire, svagare ma allo stesso tempo lanciare dei messaggi attraverso video forti e critici. Al trasmette tutta la sua energia interagendo con la musica attraverso installazioni, videocamere, web-cam e tastiere, usate e posizionate in punti innovativi e sbalorditivi. Usa caschi cibernetici collegati ad effetti pschichedelici che comanda a tempo, superando il confine tradizionale tra VJ e DJ. Da tempo collabora con Spankox realizzando i visuals di alcuni dei suoi DJ set in giro per il mondo, in occasioni molto prestigiose come il Carnival Dance di Bogotà (Colombia) davanti a 50.000 persone e il Summer Rush di Toronto (Canada).


Sabato 2 giugno 2007

Amnesia Ibiza presents…

Luci, suoni e immagini indescrivibili. Tutto questo è l'Amnesia, la discoteca più grande d'Europa capace di ospitare più di 5.000 persone. Uno dei segreti relativi al successo del locale è sicuramente la qualità del suono. Oggi l'Amnesia possiede uno dei più avanzati sistemi sonori nel mondo. La sua funzione è di analizzare le frequenze in modo da provocare sensazioni simili ad un massaggio che cattura emozioni uniche. Nel 1999 l'etichetta Amnesia si estende cominciando a produrre la propria linea d'abbigliamento, realizzando periodicamente riviste e compilation. L'Amnesia nella sua storia ha ospitato nel proprio club i DJ più famosi sulla scena house mondiale e oggi sull'sola di Ibiza è diventata una vera e propria Mecca per i giovani.

DJ
Les Schmitz
Dopo 3 anni di residenza consecutivi presso l'Amnesia di Ibiza, e dopo essere stato riconosciuto come uno dei migliori DJ dell'isola, Les Schmitz sta esportando l'energia del club ibizenco in tutto il mondo.?Il suo stile spazia dalla tech-house all'electro-house, anche se è molto difficile al giorno d'oggi dare una definizione precisa dello stile di un DJ del suo calibro, sempre accorto alle tendenze e ai nuovi sound del pianeta dance-elettronico. La sua dedizione alla musica è facilmente riscontrabile nella capacità delle sue prime produzioni di scalare molto in fretta le vette delle classifiche del globo. Per parlare dei DJ più famosi che Les Schmitz ha spalleggiato nella sua carriera, basterebbe consultare le programmazioni annuali dell'Amnesia, considerando che per ognuno Les Schmitz ha dovuto adattarsi al suo stile, riuscendoci con particolare bravura.?Ha partecipato come DJ resident principale agli eventi «People From Ibiza Nights», durante gli schiuma party «La Troya», e ha collaborato agli eventi Made in Italy e Cream UK. Les Schmitz, attualmente, è in tour mondiale per l'Amnesia Ibiza World Tour insieme a Brian Cross. Le sue nuove produzioni saranno disponibili presto sul mercato discografico e verranno presentate durante il Tour mondiale del 2007.

Brian Cross
Alla giovane età di 26 anni Brian Cross ha ricevuto tre nominations ai DJ Awards spagnoli. Con Les Schmitz Brian è il DJ resident dell'Amnesia Ibiza World Tour 2007 e anche DJ resident delle notti Armada all'Amnesia Ibiza con Armin Van Buuren, Markus Schulz e Mike. Ha suonato in moltissimi clubs nel mondo. E' richiesto regolarmente in Inghilterra, Spagna, Korea, Israele, Svezia, America, Australia e Brasile.
Brian Cross è anche produttore e ha remixato, tra le altre cose, anche «Burned With Destre» di Armin Van Buuren e «Forever» di Smith & Pledger's.
Con Marco V ha mixato la compilation «Amnesia Ibiza DJ Sessions» e realizzato numerosi singoli. Lo trovate all'Amnesia di Ibiza con Armin Van Buuren tutti i martedì.

VJ
Blanche (alias Silvia Bianchi) è una delle più promettenti VJ e visual artist della scena italiana. Nonostante la giovane età, nasce nel 1984 a Pisa, può vantare una nutrita esperienza in fatto di esibizioni live e come curatrice di eventi, festival e rassegne dedicate alla cultura audiovisiva.
Negli ultimi anni ha avuto modo di curare vj-set per molti tra i più acclamati DJ e producers italiani tra i quali Eclat (Mood Music), Maniaci dei Dischi (compl8), Popolous (Morr Music), Ether (MousikeLab), Drama Society e per alcuni tra i più influenti protagonisti dell'elettronica internazionale quali Richard Dorfmeister (G7), Andy Smith (Portishead/Trojan Rec.), Daniel Meteo (Scape), Ellen Allien (B-pitch), Apparat (Shitkatapult), Daedalus (Ninjatune), Tomboy (Kitsunè), Chloè (Kill the dj), Water Lilly (Mental Groove) .

PERFORMANCE

Le tre serate saranno caratterizzate, per quanto riguarda le performance, dagli interventi on stage e off stage di 18 artisti (12 donne e 6 uomini) del collettivo Nu'ART, che raggruppa breakers, acrobati, ballerini e danzatori provenienti dalla danza classica, dalla ginnastica ritmica, dall'hip hop, dai balli latini, dale realtà circenzi, etc…). Gli artisti interpreteranno a loro modo la musica suonata dai DJ, interagendo con i visuals e producendo un cocktail fantastico ed inedito, che non mancherà di coinvolgere il pubblico nella performance, anche con l'ausilio di particolari luci fluorescenti individuali e speciali occhiali 3D. I Nu'Art hanno all'attivo innumerevoli spettacoli teatrali e musicali, oltre a show in moltissimi club europeri. I breakers dei Nu'Art si sono esibiti anche in occasione delle ultime olimpiadi invernali e sono stati ospiti recentemente del programma «Le Iene».

Performance by Nu'ART

EX - Music & Arts Festival
c/o EX CASERME BRESCIANI - TRENTO (ITALY)
via Al Desert
L'ingresso alle tre serate è gratuito.
www.exfestival.com

Direzione artistica:

Agostino Carollo (Voting member della Grammy Academy of Recording Arts)

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni