Home | Festival Economia | 2008 | Oltre il festival: Giochi, spettacoli e musica fino a tarda notte

Oltre il festival: Giochi, spettacoli e musica fino a tarda notte

Il programma del Festival dell'Economia si rivolge a tutte le generazioni offrendo, accanto agli incontri scientifici, una vasta scelta di opportunità di svago

image

Nelle notti di venerdì 30 maggio e domenica 1 giugno, il Festival dell'Economia si sposta dal centro storico della città alle Ex Caserme Bresciani, in via al Desert.
Dalle 22.30 alle 03.00 i più famosi dj, vj e performer italiani e stranieri daranno vita alle serate «EX»: Joe T Vannelli dall'area di Venezia (e da Radio Deejay), Antonie Clamaran dal Mix Club, la più prestigiosa discoteca di Parigi, Ravene Voluz dall'Amnesia di Ibiza, la «mecca» mondiale della musica da ballare e Spankox, direttamente dalla presentazione del remix di Elvis a New York. Inoltre saranno a Trento i Vj Rottermeier, Pintaycolorea e Hal, i performer del Cirus Paris, celebri per le loro coreografie tecnologiche. Non mancheranno video ed installazioni artistiche.
L'ingresso è sempre libero ed è previsto un servizio bus navetta gratuito, con le seguenti fermate: parcheggio ex Zuffo, stazione dei treni, stazione di partenza della funivia per Sardagna, via Sanseverino (di fronte allo stadio), parcheggio di via Monte Baldo e via al Desert, dale 22.30 alle 3.00.

Inoltre, i comici Giorgio Panariello e Maurizio Crozza ed il muscista Goran Bregovic, faranno sorridere ma allo stesso tempo riflettere il popolo del Festival con i loro spettacoli che si terranno presso l'Auditorium Santa Chiara alle 21, dal 30 maggio all'1 giugno.
A don Lorenzo Guetti, è dedicato «Rusticus», in scena lunedì 2 giugno alle 21 presso l'Auditorium Santa Chiara. Lo spettacolo, accompagnato e ritmato da sei canzoni inedite e originali (testi di Mauro Neri e musiche di Giorgio Moroder e Giuseppe Solera) eseguite dal coro di montagna Croz Corona di Denno diretto da Renzo Toniolli, ripercorre le tappe fondamentali della vita del sacerdote di fine '800.

Per i giovanissimi, invece, la sezione «Festival in piazza» riserva momenti di gioco e allo stesso tempo di apprendimento e condivisione, a cura della Cooperativa sociale La Coccinella e dell'Associazione T-essere.
Attraverso gli «Incartesimi», venerdì 30 maggio, dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00, i ragazzi impareranno a realizzare sculture leggere ed altre composizioni con la carta (in particolare le pagine dei principali quotidiani internazionali) e il filo di ferro.
Durante il laboratorio di tessitura, sabato 31 maggio, verrà realizzato un grande arazzo di gruppo con carta, stoffa e altri materiali di recupero. Ancora, domenica 1 giugno, si terrà «Cantiere materia», il laboratorio di creatività con i materiali tipici del cantiere ed altri naturali, industriali e di recupero. I laboratori, che si svolgeranno nel cortile di Palazzo Thun, sono a numero chiuso, per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero 0463.600168 oppure 346.5025386.

Infine, bambini e ragazzi potranno ancora sperimentare e conoscere le regole dell'economia e dello scambio con «Barattiamo», sempre nel cortile di Palazzo Thun, lunedì 2 giugno.
Per quanto riguarda il rapposto tra economia ed arte, la sezione ArtInFestival propone una serie di mostre, esposizioni e spettacoli. Arte e Democrazia, un'esposizione di opere di pittura, scultura e fotografia di artisti nazionali ed internazionali, sarà visitabile dal 30 maggio al 7 giugno, dalle 9 alle 19 a Torre Vanga. La mostra fotografica «Le donne di Vrindavan» racconta la storia della cittadina indiana nota come «città delle vedove».

Per quel che riguarda «La democrazia del fare memoria», al cinema Modena, invece, verranno proiettati 3 film nelle serate del 29 maggio, 30 maggio e 31 maggio alle 21 e - sempre sull'argomento - presso Fromat, il nuovo Centro Audiovisivi, si terrà un incontro al quale interverranno Giuseppe Ferrandi, della Fondazione Musueo Storico del Trentino, il regista Ansano Giannarelli, Heidi Gronauer della Scuola di documentario, televisione e nuovi media di Bolzano e il regista Vincenzo Mancuso: seguirà la proiezione del film «China blue».

Gli eventi che completano un Festival già ricco di incontri sono rivolti a tutto il popolo dello scoiattolo e sempre gratuiti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni