Home | Festival Economia | 2009 | Processo agli economisti: Sei condanne, tre assoluzioni

Processo agli economisti: Sei condanne, tre assoluzioni

Riserva per un decimo capo d'imputazione Questa mattina in Sala Depero la Giuria popolare ha pronunciato la sentenza

image

Con una sentenza sostanzialmente equilibrata, la giuria del festival ha emesso oggi sei condanne, tre assoluzioni e per un unico caso si è riservata di procedere in un secondo momento.
La pena comminata invece ha del goliardico più di quanto la serietà del giudizio si fosse meritato.


La Giuria del Festival dell'economia di Trento,
giudicando in piena libertà e autonomia gli economisti, dopo il dibattimento che ha visto ieri partecipi il professor Pedrotti Roberto e il professor Luigi Guiso rispettivamente nei ruoli dell'accusa e della difesa, presidente il dott. Gaggi Massimo.

Giudica gli Economisti rispetto ai seguenti capi d'imputazione:
1. rispetto all'accusa di non aver previsto la crisi, pur essendo la stessa prevedibile, Colpevoli
2. rispetto all'accusa di non aver previsto le conseguenze degli shocks sull'economia mondiale, Assolti
3. per aver basato le loro speculazioni su modelli eccessivamente astratti e matematizzati, Colpevoli
4. per aver osservato la realtà alla luce di aspettative razionali, informazione completa e mercati efficienti, Assolti
5. per essere stati negligentemente all'oscuro di alcuni importanti sviluppi del mercato del credito, Colpevoli
6. per non aver sollevato moniti sufficientemente pervasivi nei confronti delle istituzioni finanziarie, che spesso sono state avallate nei loro progetti; Colpevoli
7. per essersi fidati eccessivamente di economisti alla guida delle più importanti istituzioni monetarie, Colpevoli
8. per non aver compreso con sufficiente rapidità le conseguenze del tracollo del credito sull'economia reale, Colpevoli
9. Rispetto al capo d'imputazione numero 9, la giuria si riserva il diritto di giudicare congiuntamente gli economisti, politici e regolatori nella prossima sede dibattimentale,
10. Rispetto all'accusa di essersi voltati indietro e non aver cercato di trarre una sufficiente autocritica rispetto agli errori passati. Assolti.

Pertanto la Giuria condanna:
11. Gli economisti a tenere in maggiore considerazione le innovazioni degli strumenti e dei mercati finanziari nell'elaborazione dei propri modelli e teorie, a collaborare alle conseguenze delle crisi cicliche che affliggono i nostri mercati;
12. E nella figura del prof. Guiso Luigi al pagamento di un caffè nei confronti del prof. Perotti Roberto, presso il più vicino bar della città di Trento,

Addì Trento 31 maggio.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni