Home | Festival Economia | 2013 | Festival dell’Economia – «La BCE dovrebbe dare di più…»

Festival dell’Economia – «La BCE dovrebbe dare di più…»

La vice direttrice del Fondo Monetario Nemat Shafik: «La BCE deve agire, e deve agire in fretta»

image

Al Festival dell'economia di Trento il vicedirettore operativo del Fondo Monetario Internazionale, Nemat Shafik, parlando della necessità di ulteriori misure per sostenere il credito alle aziende, dichiara così.
«Riteniamo che la Banca Centrale Europea potrebbe fare di più, è evidente che il problema della frammentazione finanziaria nell’eurozona non è stato ancora risolto.»
I costi di indebitamento per le imprese sono diverse nei vari Stati membri dell’eurozona, e questo non fa che danneggiare le nazioni già colpite dalla crisi.
Ancora, secondo l’economista del FMI, il vero problema non è tanto le dimensioni del settore finanziario, ma la cattiva distribuzione dei redditi.
 
«La BCE deve agire, e deve agire in fretta.»
A dirlo è il vicedirettore operativo del Fondo Monetario Nemat Shafik a una platea attentissima.
«Riteniamo che la BCE potrebbe fare di più, dal momento che è evidente che il problema della frammentazione finanziaria nell’eurozona non è stato ancora risolto.»
La prova ? Il costo del denaro, nell’eurozona, è lo stesso per tutti, ma per le aziende italiane o spagnole indebitarsi è molto più costoso che per le aziende tedesche o francesi. Insomma, un’eurozona in ordine sparso.
 
Un problema vero, secondo Shafik.
«Non si tornerà a crescere, la disoccupazione non scemerà finché non si porrà fine al problema.»
Interrogata sulla situazione economica globale, Shafik spiega così.
«Il vero problema non sono le dimensioni del settore finanziario globale. Il vero problema è la distribuzione dei redditi così ineguale. Si tratta di un problema che preoccupa noi del Fondo Monetario, perché sappiamo che la diseguaglianza mina la capacità di un Paese di sostenere la crescita sia economica sia politica. La domanda vera è: come si affronta la diseguaglianza dei redditi ? Con il welfare e le tasse nel breve periodo, nel lungo con istruzione per tutti.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni