Home | Foto | Calendario 2009 | I Calendari dell’Adigetto.it – Settembre: Sara Bassetti

I Calendari dell’Adigetto.it – Settembre: Sara Bassetti

Dieci anni tra le più belle della regione: è pronta per spiccare il volo

image





Quando le abbiamo chiesto se era disposta a posare per il nostro giornale, Sara Bassetti ci aveva risposto con un certo imbarazzo perché «con i suoi 27 anni riteneva di non essere più abbastanza giovane»…
Dovere sapere che ha partecipato a tutte le selezioni regionali di Miss Italia consentite dal regolamento. La prima volta aveva 17 anni, la soglia minima, l'ultima ne aveva 26, la massima. Quindi quest'anno non ha potuto partecipare.
«Abbiamo pensato a te, - le abbiamo risposto, - proprio perché hai partecipato a tutte le selezioni possibili. Ci pare che sia una sorta di premio alla carriera. Ma consentici di precisare che sei giovanissima.»
Alle selezioni di Miss Italia ha vinto spesso, ma non è mai andata a Salsomaggiore.
La caparbia volontà meritava un premio e abbiamo deciso di offrirle il mese di settembre, quello in cui viene votata Miss Italia.
Ma la ragione vera per cui l'abbiamo scelta è perché è colta, intelligente, istruita, impegnata in hobby artistici e culturali, bella, affascinante ed elegante.

È del segno dei pesci, essendo nata a Riva il 7 marzo 1982. Risiede ad Arco.
Ha fatto il liceo scientifico, si è laureata in lettere moderne, ha conseguito la specializzazione in filologia e critica letteraria, è al terzo anno di «scienze dei beni musicali». Parla inglese e spagnolo.

Le sue esperienze lavorative l'hanno vista impegnata presso le biblioteche del Basso Sarca, come maestra d'asilo, ma all'occorrenza anche come commessa e perfino come bagnina a Riva del Garda (per ben tre stagioni…).
Vista sua avvenenza, lavora spesso come hostess nelle fiere più importanti di Riva, come modella e fotomodella (preferibilmente in abiti da sposa), ma ha fatto un sacco di comparse in varie fiction di una certa importanza, l'annunciatrice televisiva e vari spot pubblicitari.
Tra gli hobby c'è la danza classica, che pratica da quando aveva 5 anni, e la danza moderna che segue da cinque. Recita da una decina d'anni nella filodrammatica «Arcobaleno».
Le sue esperienze di recitazione e ballo sono davvero numerose, tanto che più che hobby si potrebbe dire che sta avviando la propria carriera nel mondo dello spettacolo.

Insomma, dopo che abbiamo parlato con lei, che l'abbiamo conosciuta e fotografata, l'impressione è stata che il «premio alla carriera» era doveroso perché è una donna in carriera. Ha un curriculum di tutto rispetto e non ci meraviglieremmo se un giorno la dovessimo vedere a fianco dei migliori attori del nostro Paese.
Per il momento proponiamo di godercela in queste splendide foto che ci ha concesso di scattare per i nostri lettori prima di spiccare il volo verso lidi più importanti.

G.d.M

Gli abiti e i tessuti che indossa Sara Bassetti sono fatti a mano dalla stilista trentina Anna Gaddo, che ci mette sempre a cortese disposizione i suoi capi unici e la passerella del suo atelier.
Collane, bracciali e spille sono di Albarosa,
di Trento, e sono fatti con pietre semipreziose, argento laminato oro e altri materiali nobili.















Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni