Home | Foto | Fotografie | Concorso fotografico «L'infinito vive nello sguardo»

Concorso fotografico «L'infinito vive nello sguardo»

Il Festival Internazionale delle Abilità Differenti premia la Cooperativa Sociale GSH

image

>
La Cooperativa Sociale GSH ha vinto il concorso fotografico dal tema «L'infinito vive nello sguardo» promosso dalle Cooperative Nazareno nell'ambito del Festival Internazionale delle Abilità Differenti, in programma dal 20 settembre al 15 ottobre 2021 nelle città di Carpi (MO), Pavullo nel Frignano (MO), Casalgrande (RE) e Bologna.
La Cooperativa GSH opera a favore di persone diversamente abili e delle loro famiglie in vari territori della Provincia di Trento, in particolare nelle Valli di Non e di Sole, Altopiano della Paganella, Piana Rotaliana, Valle di Cembra...e oltre…
Oltre… come la partecipazione all’Open Festival con una foto realizzata dall’educatore Roberto Genetti. Al concorso hanno partecipato varie realtà nazionali ed internazionali. Ciascuno ha presentato la propria foto in una diretta online che si è svolta martedì 28 settembre alle ore 18.00.
 
La giuria era composta da Matilde Barbieri (Fotografia Europea festival Reggio Emilia) e Ilaria Gentilini (dipartimento didattica e formazione Fondazione Palazzo Magnani).
Roberto Genetti, appassionato di fotografia, ha pensato a Franco, quando vedendo alcune sue foto scattate ai piedi delle Dolomiti ha espresso il desiderio di voler andare anche lui in quel magnifico luogo.
In particolare a Franco piaceva tanto una foto scattata di notte, dove il cielo era pieno di tantissime stelle. Roberto ha realizzato così una foto che raffigura il sogno di Franco, lo ha portato figurativamente in quel luogo dove il suo sguardo è rivolto verso il cielo stellato, l'infinito, e l'infinito, riflesso anche nel lago, vive nel suo sguardo...
 
«È il progetto che ha saputo utilizzare la fotografia come strumento per vivere e vedere nuovi mondi": questa è la motivazione che ha dato la giuria che ha assegnato il primo premio alla foto.
«Talvolta – dice Roberto- lo guardo di molte persone vive il finito più che l’infinito. Iniziative come queste, aiutano ad aprire lo sguardo di tanti, proprio come ha voluto fare Franco...»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande