Home | Foto | Fotografie | La fotografia della settimana – Di Adriano Frisanco

La fotografia della settimana – Di Adriano Frisanco

Inizia oggi la pubblicazione delle opere d’arte generate dal «Centro cultura fotografica@trento», un gruppo di appassionati guidati da Frisanco

image
 Commento «foto della settimana 01» 
Cosa fa di una foto una bella foto o una foto interessante? Il soggetto ripreso?
No. È l’operazione che il fotografo fa sulla realtà, ritagliandola, assemblandola, incorporando alcuni elementi ed escludendone altri, disponendoli in un rapporto reciproco particolare.
L’immagine di copertina, cui si riferisce il commento è - come amo dire -, «fatta di niente»: una spianata di erba secca, dei pezzi di legno corroso, un cielo azzurro ma piatto, una sottile lama di oceano.
Questa è la descrizione oggettiva del soggetto.
Eppure l’immagine riesce a far pensare ad altro, agli elementi naturali terra acqua e aria, suggerisce il silenzio, pace, calma e armonia.
A testimonianza del fatto che la capacità comunicativa di una fotografia è frutto delle scelte di chi la fa, indipendentemente dalle virtù estetiche del soggetto.

Ieri sera il nuovo «Centro cultura fotografica@trento» ha avuto il suo pubblico battesimo con la partecipazione di molti appassionati che hanno espresso tanto interesse e… tanta allegria.
Sembrerà fuori luogo parlare di allegria ma così non è, perché la nascita del CCF apre a Trento una prospettiva e uno spazio sociale del quale la città sentiva la mancanza da sempre.
Il Centro, lo dice il suo nome, intende diventare un punto di riferimento per tutti quelli che, a vario titolo e in varia forma si interessano di fotografia e lo vogliono fare in maniera seria (ma non seriosa), senza concessioni alla futilità ma senza preclusioni alla leggerezza, l’ironia e, appunto, all’allegria.
 
Ciò che questa nuova Associazione vuole essere è una forza propositiva, propulsiva, un centro propagatore che funge da stimolo e da catalizzatore per le tante energie che si muovono attorno alla Fotografia.
E questo grazie all’impegno del professionista Adriano Frisanco e degli altri soci fondatori Giorgia Decarli, Tommaso Bertoldi, Lorenzo Spettoli e Marco Biagioni, nonché degli esperti collaboratori che stanno arrivando, tra i quali Floriano Menapace e Gianni Pasquali.
Ne parla dettagliatamente Frisanco, che da oggi dirigerà questa rubrica destinata a presentare le migliori foto scelte dal gruppo di lavoro.
 

 
«Credo che la città di Trento abbia bisogno – spiega Frisanco – di occasioni di confronto, di apprendimento, di approfondimento, per uscire dal confine asfittico della fotografia come esercizio narcisistico fine a se stesso, per restituirle quel ruolo di potente forma di comunicazione che merita, con tutto il suo straordinario potenziale espressivo, culturale e artistico.
«Quel potenziale richiede però di essere riconosciuto e poi approfonditamente indagato per poter generare cultura fotografica e non solo accrescere la produzione industriale di ritagli di realtà.»
 
«È un obiettivo molto ambizioso quello che ci siamo posti, che richiederà impegno e umiltà ma che contiamo darà presto frutti succosi, anche grazie al contributo che tutti, soci e non soci, vorranno offrire, proponendo idee, collaborazioni, progetti, contatti.
«Vogliamo infatti costruire una rete che interconnetta tutte le persone e le realtà che si muovono nel variegato e variopinto arcipelago della Fotografia e far sì che le loro forze, unendosi, possano dare contributi più efficaci e organizzati alla vita culturale della città.»
 
«A conclusione di questa breve nota ripeto l’invito, già formulato ieri, a diffondere più ampiamente possibile la notizia della nascita del CCF.
«Più numerosi saremo e prima e meglio riusciremo a mantenere le promesse e a soddisfare le esigenze di tutti.»
 
Adriano Frisanco
 

Martedì 26 gennaio inizia il «Corso base di fotografia» organizzato dal fotografo Adriano Frisanco.
Il corso si rivolge sia ai principianti alle prime armi sia ai fotoamatori che intendono approfondire la propria conoscenza del mezzo fotografico.
Lezioni teoriche, cenni storici e numerose dimostrazioni ed esercitazioni pratiche guideranno il partecipante alla comprensione dei meccanismi e delle numerose variabili che concorrono a determinare la riuscita di una fotografia.
L’uso della videoproiezione per la verifica delle immagini in tempo reale consente un apprendimento veloce ed efficace dei vari concetti. Inoltre, l’esame del lavoro svolto durante le esercitazioni pratiche completa ed arricchisce il corso con una grande varietà di stimoli e di occasioni di approfondimento.
È necessario essere forniti di una fotocamera digitale, anche una semplice compatta.
Il programma dettagliato è scaricabile tramite questo link.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni