Home | Foto | Fotografie | Gli scatti di Remo Mosna celebrano il Giro d'Italia

Gli scatti di Remo Mosna celebrano il Giro d'Italia

Domani l'inaugurazione della mostra di Mosna dedicata al Giro d'Italia

Il 22 maggio, come noto, il 101° Giro d'Italia di ciclismo farà tappa in Trentino. La 16ª frazione sarà infatti una suggestiva cronometro individuale da Trento a Rovereto, 34 chilometri lungo l'asta dell'Adige, che potrebbero risultare decisivi per la classifica finale.
Per celebrare questa giornata di grande sport il borgo di Aldeno, che sarà attraversato dai concorrenti partiti da Piazza Duomo, nel capoluogo, e diretti verso il traguardo di Corso Bettini, nella città della Quercia, dà spazio ad una mostra fotografica, intitolata «Le panoramiche fotografiche dei 50 anni di Giro d'Italia», che sarà allestita al teatro di Piazza Battisti.
Le 106 immagini esposte sono tutte firmate dal più importante fotografo trentino del settore, Remo Mosna, che da mezzo secolo segue la carovana rosa, e molte altre importanti corse, e che vive proprio ad Aldeno. 
 
«Mi piaceva l'idea di celebrare il ritorno del Giro nel mio paese con un'iniziativa capace di rievocare grandi momenti del ciclismo trentino attraverso l'esposizione di foto storiche – spiega lo stesso Mosna – quindi ho chiesto all'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, all'amministrazione comunale, alla Società Sportiva di Aldeno e alla Cassa Rurale di Trento se erano disposti a collaborare. La loro risposta entusiasta ha dato il via al progetto.»
Una ventina di fotografie verranno stampate in formato 70 per 100, le altre nel formato 50 per 70, alternando format orizzontale e verticale. La mostra verrà inaugurata domani (mercoledì 9) e rimarrà aperta fino a domenica 27 con questi orari: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 21, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 21. Nei giorni 20, 21 e 22 maggio sarà garantito l'orario continuato dalle 10 alle 21.
 
«Il vero problema – continua l'autore – è stato selezionare gli scatti all'interno di un archivio sterminato, che contiene cinquant'anni di gesta agonistiche. La scelta è caduta sui momenti nei quali il Trentino è stato protagonista e quelli in cui ad essere celebrati sono stati i campioni della nostra terra.
«Il percorso prende le mosse dal 1966, quando cominciai a seguire il Giro d'Italia, ai tempi solo per pura passione.
«Era l'anno in cui la corsa rosa fece tappa a Levico Terme, poi l'anno successivo immortalai i concorrenti che salirono sul Bondone dalla Valle dei Laghi.
«Dal 1971 ho cominciato a inviare le fotografie ai giornali locali e dal 1973 ho seguito in prima persona una decina di tappe ad ogni edizione del Giro, una tradizione che continua.»
 
Accanto ai pannelli con le fotografie sarà allestito anche uno spazio con bottiglie della Cantina Sociale di Aldeno e con le mele della Società Frutticoltori Trento, in questo modo l'esposizione fungerà anche da vetrina dei prodotti di eccellenza del territorio.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni