Home | Foto | Fotografie | Vita nei nostri laghi: scatti sommersi di Andrea Falcomatà

Vita nei nostri laghi: scatti sommersi di Andrea Falcomatà

Al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige una mostra di fotografie subacquee che ritraggono gli abitanti dei nostri laghi. La mostra è aperta sino a fine settembre

image

Rospi comuni (Bufo bufo), Lago di Monticolo - Foto Andrea Falcomatà.
 
Negli ultimi tre anni Andrea Falcomatà si è immerso decine di volte nei due laghi di Monticolo ad Appiano, nel lago di Lamar a Terlago, in Trentino, e nell’Obersee, un lago di montagna a oltre 2.000 metri di quota nella Defereggental, nel Tirolo orientale.
Per ore è andato alla ricerca degli abitanti - piante e animali - di questo mondo sommerso così poco noto a chi vive sopra l’acqua, per fotografarli.
Il risultato di questo lavoro si può ora ammirare nella mostra «Vita nei nostri laghi: scatti sommersi di Andrea Falcomatà», visitabile dal 17 maggio fino al 29 settembre 2019 al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige a Bolzano.
Organizzata in collaborazione col con il circolo fotografico “Tina Modotti”, la mostra viene inaugurata oggi 16 maggio alle ore 18.
 

Ninfea comune (Nymphaea alba), Lago Grande di Monticolo - Foto Andrea Falcomatà.
 
Le 13 fotografie esposte immortalano alcune specie animali e vegetali che popolano questi laghi dell’Euregio: ad esempio, i rospi nella stagione dell’accoppiamento, l’anguilla e le ninfee nel lago grande di Monticolo, lo scazzone (un pesce) nell’Obersee, la lumaca d’acqua dolce e il persico sole nel lago di Lamar.
Oltre alle specie nostrane, non mancano le creature arrivate di recente nelle nostre acque, come la medusa d’acqua dolce e la cozza zebrata nel lago grande di Monticolo o il gambero americano in quello di Lamar.
 

Gambero americano (Orconectes limosus), Lago di Lamar - Foto Andrea Falcomatà.
 
Andrea Falcomatà (Bolzano, 1974) si appassiona giovanissimo alla fotografia e successivamente a quella subacquea in mare. Dal 2012 la fotografia d’acqua dolce diventa la sua grande passione, con ore trascorse in acqua fredda e torbida in cerca di soggetti poco noti. Molti dei suoi scatti sono stati premiati a concorsi internazionali ed esposti in musei in Italia e all’estero.
 

Persico sole (Lepomis gibbosus), Lago di Lamar - Foto Andrea Falcomatà.
 

Andrea Falcomatà sub - Foto Andrea Falcomatà.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni