Home | Foto | Prove di Donna | Pasquetta: con Mirjam, «la classe operaia va in paradiso»

Pasquetta: con Mirjam, «la classe operaia va in paradiso»

Ha posato per noi la bella operaia trentina che nel tempo libero fa la «taxi dancer»

image

> 
Quei servizi fotografici che di tanto in tanto dedichiamo a donne in carriera ospitano donne di alto rilievo, qualunque sia il ruolo ricoperto nella società.
Questa volta abbiamo avuto l’onore di ospitare una giovane ragazza che di lavoro fa l’operaia in catena di montaggio di un’azienda trentina. Un lavoro più che dignitoso, che si è conquistata con fatica, sacrificando le proprie aspirazioni naturali.
Mirjam, infatti, nel 2000 si è diplomata parrucchiera presso il centro di formazione professionale di Trento. Ha esercitato questa professione per circa un anno presso un noto salone di Trento, ma poi ha avuto la gioia di venire assunta con contratto di apprendistato presso un’importante azienda di Ravina, dove ha lavorato come operaia per circa un anno e mezzo nel magazzino.
Il 17 marzo del 2003 infine è stata assunta da un’azienda di Gardolo che si occupa di imballi. L’azienda, nata nel 1980 come piccola artigiana, si è sviluppata rapidamente grazie all'acquisto di moderne tecnologie e a una gestione dinamica, sforzandosi sempre a soddisfare le più disparate esigenze della clientela.
Il dinamismo di questa azienda rispecchia un po’ l’indole combattiva e impegnata della nostra Mirjam, come possiamo vedere leggendo il profilo tracciato dalla nostra Maga Calipso.

 MIRjAM
Mirjam è nata sotto il segno dei Pesci con ascendente Cancro, per un mix  poetico ricco di tenacia e fragilità, sensibilità e intuizioni profonde.
La presenza nel suo oroscopo di segni d’aria e di fuoco, quali la Bilancia e l’Ariete, influenzano non poco  le vibrazioni fluide dei segni d’acqua dei Pesci e del Cancro, trasformando il fascino e la socievolezza tipica di questa combinazione astrale, in una sofisticata ricerca di valori estetici e di armonia da un lato, e in brucianti esperienze esistenziali dall’altro.
Così, idee originali e anticonformiste, aprono a nuove vedute della vita, che spingono a cercare l’indipendenza grazie a spiccate capacità organizzative e a una grande fiducia in se stessi, mentre in amore prevalgono talvolta l’impulso, l’impazienza e il totale coinvolgimento emotivo.
LA MAGA CALIPSO

Ma dire che Mirjam sia vocata esclusivamente al lavoro in fabbrica (che pure l’appaga pienamente), sarebbe riduttivo.
Nel tempo libero, infatti, fa un lavoro estremamente simpatico e impegnativo: la «taxi dancer». In cosa consiste? Semplice: viene ingaggiata dalle organizzazioni che gestiscono locali da ballo per rompere il ghiaccio e invitare a ballare i più timidi, i più impacciati, i più riottosi.
In pratica, dal metodo organizzativo della sua vita lavorativa passa alla socievolezza tipica della sua personalità impegnandosi in una sofisticata ricerca di valori estetici ed esistenziali capaci di portare la felicità e l’uscita dallo schema delle persone che aiuta.

Gli abiti e i tessuti che indossa Mirjam sono fatti esclusivamente a mano dalle stiliste trentine Anna e Cristina Gaddo, che ci mettono sempre a cortese disposizione i loro capi unici e la passerella del loro atelier.
Oltre alle loro collezioni, Anna e Cristina realizzano capi su misura con i propri tessuti esclusivi, trovando sempre le soluzioni giuste per la propria clientela.

Signore e signori, ecco a voi Mirjam, preziosa operaia e deliziosa taxi dancer
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 

 

 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni