Home | Foto | Prove di Donna | Prove di Donna/ 13 – La «vigiliana» Samanta Decarli

Prove di Donna/ 13 – La «vigiliana» Samanta Decarli

Le abbiamo riservato fine giugno per la sua passione per San Vigilio

image

Come si vedrà dal servizio, Samanta Decarli (Sami per gli amici) è una bella trentina, che alla sua giovane età è già golfista, mamma di una golfista, grafica pubblicitaria (specializzata nel golf) e…
Tutti i golfisti trentini la conoscono come moglie del primo professionista di golf del Trentino moderno, Lorenzo Golser (li vediamo nel quarto e ultimo servizio). Pochi la conoscono come grafica pubblicitaria, che è il suo lavoro. Ma forse nessuno la conosce nella sua inedita veste di poetessa.
Sì, poetessa, perché ha scritto un simpatico poemetto in vernacolo dedicato al patrono di Trento, S. Vigilio.
E infatti, il motivo per cui la pubblichiamo in questa seconda metà di giugno, è proprio in onore a lei e alle Feste Vigiliane dell'era moderna, alle quali ha dedicato il poemetto che pubblichiamo qui di seguito.
Signore e signori, buona lettura e buona visione.

VIGILIANE EN FESTA

El Patron

Oh San Vigili
oh Patron de Trent
la zità en sti dì l'ei viva
el tribunal che da i so giudizi a quei en vista
la tonca che ghe fa da penitenza
ogni tant qualcun croda 'n de l'Ades
sti colori che se miscia
e buta coi pali per tacarse al col de l'oca
el palio par 'n arcobalen.

En del borgo, de la via dela pasta
paste dolze paste salade
veci artesiani ghe mete del so
el bel co la coa, stranier
el salta el bala
i so veci dir i me fa arrossir
anca stan ciapen l'acqua
A che alegria.

Da lontan fra goze de sudor en gran butar
zighi e strepiti arriva el car
el car con la bot del'alegria
ma chi el po?
Sti antichi omeni con la vesta e le braghe
coi lazi
grisi come l' asfalto
A quando i nosi Gobj i portava el carbon,
che fadiga
ma se l'era comot ne le giornade frede.

Na calza zalda e na calza rosa (rossa)
ma da 'n do vègnei
i taca da tute le bande
par dei mateloti sti Ciusi da Feltr
ma che alegria

Sangue de Ciuso,
sangue de Gobo
par na stregoneria
no esagerar che te vai en dreo schena.

El di del nostro Patron
el di de la polenta
lat mai tastada? Mi no!
A che alegria!

i spalti gremidi
i Gobj che speta
le strozeghe che nèta el paròl
par che le goze de sudor le me se n'giazà
en la schena.

A turno qualche sant en vista, taca el foc
el Gabrielone nel so tendon el ten bona la zent
con le so cazade
cazade bele,
cazade bone,
se nol ghe fusa che tristezza al di de n'coi
A che alegria!

Se sente zigar
muti ziti, sul'atenti
el cor en gola
riflessi de luna òci tuti da na banda.

De onda ariva el car col rugant pien de Ciusi
e tut taca
ste pore bestie ma laséle en paze!
porete che paura
l'asenela dal spavent la sé pisada adoss.

Maschere nere, maschere rose de vin (rosse)
tira dala mia tira dala tua
el Gabriele che se sgola
el segna i ponti
ho vinzù mi?

El foc el s'ciopeta
le strozeghe le mena l'oro dei poreti
Sera el sercio
tachete ala zintura
muscoi tesi e maschere dure
Ciusi che sgola
Attenti i ha rapì nà strozega
Gobj, corè strenzève tuti
A ne manca sempre uno
Sal dit che l'è finì en penitenza
Gobo e pure alla gogna
par nà barzeleta
entant la polenta l'è fata
A che alegria.

Ciusi che tira Gobj che struca
par za tacà i foghi
stò casin (rafanas) de omeni e done
colori e cori che stà de chì e de lì.

Aven vinzù noi, l'an pasà
stasera sen pari
ma i taia la polenta
Ma ti l'hat mai tastada? Mi no!
E' finì tut
ma en beleza
mi e tanti, nen con la panza voida
vinti e vinzudi i pasa a saludar per l'oro
lori si che i è tesi
en fondo i se divide el malopo.

Ma che boti che paura
pore bestiole
Tutti i core sol da quela
i foghi, i foghi
Ah che alegria.

Tut el se smorza
tut el tase
odor de brusà
e la zità l'è nada en del let.

Ah che alegria che l'è stà!


Gli abiti e i tessuti che indossa Samy sono fatti esclusivamente a mano dalle stiliste trentine Anna e Cristina Gaddo, che ci mettono sempre a cortese disposizione i loro capi unici e la passerella del loro atelier.
Oltre alle loro collezioni, Anna e Cristina realizzano capi su misura con i propri tessuti esclusivi, trovando sempre le soluzioni giuste per la propria clientela.








Tailleur da ufficio in shantung, jacuard sabbia con simpatiche frangiature all'orlo.






Completo formato da giaccia e pantalone in shantung di seta bluette, ancora in
lavorazione. Particolare la tasca applicata con punta.








Particolarissimo abito in seta pura rossa, con fuochi d' artificio bluette e un capolavoro di manica a foglie.







In queste foto, la nostra top-model per un giorno ha posato per il golf con il pro Lorenzo Golser. Simpatica l'idea di fare lo swing con il tailleur da hostess.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni