Home | Foto | Calendario 2011 | Il nostro mese di Luglio 2011 si chiama Jessica Paternoster

Il nostro mese di Luglio 2011 si chiama Jessica Paternoster

Discende dalla Val di Non ed è stata la madrina delle ultime Vigiliane

image



Abbiamo scelto di affidare a Jessica Paternoster il mese di luglio dell'Adigetto.it per la semplice ragione che è stata la madrina delle Feste Vigiliane, scelta da un attentissimo comitato dopo numerose e severissime selezioni.
Avevamo pubblicato la foto che riportiamo qui di seguito, ma poco dopo l'abbiamo contattata per offrirle di posare per noi.
Detto fatto, eccola in questo servizio tutto suo.
C'è da precisare che al momento di farle il servizio, Jessica ci ha chiesto se non potevamo aspettare che tornasse dalle vacanze, in modo che potesse ostentare un po' di… abbronzatura.
Noi non siamo riusciti ad attendere e abbiamo fatto il servizio in fretta e furia prima che partisse e, come è stato notato e ci è stato fatto notare, abbiamo anche ritardato di qualche giorno la pubblicazione proprio perché i tempi erano stretti.
Ma ne valeva la pena.
Si dice poi che quest'anno vada di moda la pelle non abbronzata… Beh, per non saper né leggere né scrivere, abbiamo deciso che quando Jessica tornerà dalla Puglia, dove è andata a fare subacquea, un piccolo richiamo fotografico con la pelle abbronzata lo vogliamo fare. Così si potrà fare il confronto tra il prima e il poi e stabilire se la moda ha ragione o no….



Per fare un quadro della giovane, Jessica ha conseguito la maturità scientifica nel 2007 e ora sta frequentando la facoltà di Economia e Management trilingue a Bolzano.
È del segno zodiacale del Leone. Un carattere e una personalità che sono capaci di mandare il suo moroso (che è in vacanza con lei) al settimo cielo e all'ultimo inferno nel giro di poche mosse.
Per quanto abbiamo avuto modo di conoscerla, tuttavia, abbiamo la netta impressione che sia portata più a farlo impazzire di gioia che di rabbia…
I suoi hobby sono cucinare, fare jogging, praticare snorkeling (come abbiamo visto), ama leggere, il cinema, il canto (ha partecipato due volte allo Zecchino d'Oro a 3 e 5 anni arrivando entrambe le volte in semifinale).
Le sue passioni non sono da poco. Adora i motori: macchine, ma soprattutto le moto. Anzi si sta per fare la patente della moto e, va da sé, anche quella nautica.
Ama sia i cani (ha un Golden Retriever di due anni di nome Oliver) che i cavalli, anche se gli impegni non le concedono di coltivare troppo questa passione. Ama la musica leggera, in particolare il mitico Vasco Rossi, suo cantante preferito in assoluto.

Gli abiti e i tessuti che indossa Jessica sono fatti esclusivamente a mano dalle stiliste trentine Anna e Cristina Gaddo, che ci mettono sempre a cortese disposizione i loro capi unici e la passerella del loro atelier.
Oltre alle loro collezioni, Anna e Cristina realizzano capi su misura con i propri tessuti esclusivi, trovando sempre le soluzioni giuste per la propria clientela.


I suoi sogni sono più progetti di vita che fantasie. Infatti le piacerebbe lavorare nel campo della gestione aziendale, magari gestire i rapporti tra azienda e consumatore. Progetto a portata di specializzazione universitaria: «psicologia del consumatore».
Anche i viaggi che sogna di fare in Australia e in Polinesia, non sono poi così irraggiungibili.
Le lingue che conosce sono l'italiano, l'inglese, il tedesco e, forse in testa a tutte, il... noneso!
Ma non ha mai smesso di pensare al cinese, lingua da studiare in funzione di un'economia mondiale sempre più orientata ai grandi Paesi emergenti. Ma ammette che il cinese deve mettersi in coda alle altre priorità, perché il tempo comincia a scarseggiare.
Come si può vedere dalle foto, tra i segni particolari si notano due piccoli piercing e un tatuaggio in fase di realizzazione.

Jessica è un tipo solare. E' socievole e naturalmente portata al contatto con il pubblico. D'altronde, diversamente non sarebbe stata la madrina delle Vigiliane.
Ma, sarà forse il suo appartenere al segno del Leone o grazie ai molteplici interessi che coltiva, o merito alle lingue che conosce e di quelle che vuole imparare, lei ha quel qualcosa in più che va ben oltre l'essere bella.
Sì, avere 22 anni invece che 18 come le ragazze che solitamente ospitiamo per dare luce ai nostri mesi, fa la differenza. Comunque sia, è l'antitesi dell'icona di ragazza bella e insignificante che vediamo spesso.
E per questo ha deciso di salire in passerella: la vedremo affrontare a breve una selezione di Miss Italia. Come dice lei, il suo obbiettivo non è vincere, ma mettersi in competizione.
La vita è lunga e dovrà sostenere ben altra concorrenza...

Guido de Mozzi
g.demozzi@ladigetto.it







Completo mare (top e pants) in cotone rasatello a fantasia mughetto.






Abito arancione a fantasie estive e e righine d'orate nella tramatura.









Stuzzicante abito da sera al mare. Elegante il corpetto a rombo in paillettes bianco e nero con pantalone in chiffon di seta.









Leggerissimo tessuto in shantung di seta per qualsiasi soluzione estiva improntata alla sobrietà della trasparenza nell'eleganza.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni