Home | Foto | Donne l'Adigetto.it | In attesa di San Valentino, ecco Valentina, Miss L’Adigetto.it

In attesa di San Valentino, ecco Valentina, Miss L’Adigetto.it

Ma non è solo bella: è l'esempio di come una donna possa, con la sola volontà, sconfiggere le avversità della vita

image

>
Valentina Merler è stata eletta Miss L’Adigetto.it e, come i nostri lettori sanno, le nostre scelte non cadono mai su donne che si segnalano solo per la loro avvenenza, ma anche per quello che sono, quello che fanno, che pensano.
Valentina, come vedremo in foto, ha una bellezza che non passa inosservata, ma quello che ci aveva colpiti era stata la storia della sua vita.
Nata nel 1987, ha due figli, Crystal di 5 anni e Gabriel di 3.
Fa parte di una rete Italiana del «piede torto congenito-metodo ponseti» dove, assieme ad altri genitori, aiutia volontariamente neogenitori o persone nate con questa patologia, offrono sostegno e informazioni riguardanti al piede torto e ai vari metodi di cura.
A tale scopo ha anche realizzato, con l’aiuto di un’altra mamma, un blog (piedetorto.bloog.it) e una pagina facebook dove raccontano la loro storia.
Ha anche relazionato davanti a un vasto pubblico al primo congresso italiano sul piede torto metodo ponseti tenuta a Milano. Inoltre sono la referente per la provincia di Bolzano.
 
Questo perché ha avuto un’infanzia difficile, essendo nata con piede torto congenito bilaterale. Operata ben 8 volte a 35 giorni dalla nascita, con risultati pessimi, ha camminato storta fino all’adolescenza.
A 6 anni è stata rioperarata al tendine del piede destro e a 7 anni alle ginocchia per valgismo bilaterale causato dalla camminata storta.
Oltre il dolore fisico soffriva di quello psicologico. Pare impossibile, ma molti bambini e perfino le mamme la prendevano in giro per come camminava…
Gli adulti chiedevano sempre di come stessero i suoi piedi e non di Valentina in generale.
Tutto ciò le causò tanta insicurezza e poco rispetto per se stessa e ovviamente il tutto si è ripercosso sulla sua vita. 
Poi, lo scorso anno, improvvisamente, la vediamo sfilare (e vincere) a Miss Italia. E ha finalmente iniziato a sorridere, perché ha avuto la prova di aver vinto.
Lo staff regionale di Miss Italia l’ha aiutata a valorizzare se stessa focalizzandola sui miei pregi. I suoi occhi espressivi e la conquistata postura facevano uscire ciò che di bello ha dentro me. 
«Ora posso dire di essere felice perché mi accetto per ciò che sono – ci ha detto. – E riesco a restare ribelle come vuole il mio carattere.»
Difatti non segue mai nessuno, fa ciò che piace a lei. Punto.
Quest’anno ha vinto ben due fasce a Miss Italia.
«Per me hanno un valore immenso, – ci ha detto emozionata. – Sono la prova della mia svolta da ragazza inferiore, come mi definivano, a ragazza che ha voluto osare e viversi il sogno che aveva fin da piccola: sfilare in passerella e partecipare a Miss Italia.»
Certo in un concorso di bellezza è strano vedere una ragazza con 10 cicatrici alle gambe, ma nessuno le ha notate.
Ha voluto provare per sconfiggere la vergogna e per lanciare un messaggio a tutte le ragazze che si sentono a disagio per un loro difetto.
«Provate a realizzare i vostri sogni anche se li ritenete irrealizzabili. Prima sembrerà impossibile, poi difficile, quindi possibile e infine – si vinca o si perda – ci si accorgerà dell’enorme crescita che si ha avuto, perché la vostra vita sarà effettivamente nelle vostre mani.»
 
Inevitabile a questo punto la curiosità e la necessità di leggere il quadro astrale di Valentina, la ragazza che ha imparato a camminare grazie alla propria volontà.

 Valentina
Valentina è nata sotto il segno del Toro con ascendente Leone: il realismo e la proverbiale concretezza taurina vanno, così, a braccetto con l’ambizione e la generosità leonina.
Segno vincente e orgoglioso, il Leone dona all’oroscopo di Valentina anche il suo desiderio e la capacità di migliorare sempre se stessa e delle persone che le stanno vicino.
Nell’insieme, poi, oltre al bisogno di lavorare contemporaneamente a più progetti, spicca la capacità pratica di risolvere i problemi, grazie a una buona lucidità mentale, e spiccano anche delle inclinazioni artistiche che nascono dall’amore per la bellezza.
Nella vita affettiva, il profondo desiderio di sicurezza e di protezione da cercare nell’ambito domestico, si sposa con una natura possessiva e passionale, dovuta a delle influenze scorpioniche votate all’inquietudine e alle emozioni forti.
Le sono inoltre favoriti gli incontri amorosi legati ai viaggi e ai paesi lontani.
La Maga Calipso

I nostri lettori devono sapere che la Maga Calipso non conosce mai la persona per la quale traccia il quadro astrale. Conosce solo nome, luogo, ora e data di nascita.
Possiamo dire che ha centrato in pieno, perché Valentina è effettivamente vocata a migliorare chi le sta vicino, come i suoi figli.
Valentina Merler appartiene ora alla scuderia di Sonia Leonardi, titolare della Model Agency SoleoShow.
È una delle sue modelle preferite e noi siamo grati a Sonia se siamo riusciti a fare di una ragazza che sembrava segnata dalla sfortuna nella vita una delle top model de l’Adigetto.it. 

Gli abiti che indossa Valentina Merler sono fatti esclusivamente a mano dalle stiliste trentine Anna e Cristina Gaddo, che ci mettono sempre a disposizione il loro atelier per le foto.
Oltre alle loro collezioni, Anna e Cristina realizzano capi su misura con i propri tessuti esclusivi, trovando sempre le soluzioni giuste per la propria clientela.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni