Home | Golf | Golf vicini al Trentino | «In City Golf» – Ieri close to the pin col tee dall'alto della storia

«In City Golf» – Ieri close to the pin col tee dall'alto della storia

Oggi gran finale con 18 buche nel centro di Cortina, Regina delle Dolomiti

image

Ieri c’è stata la spettacolare gara closet o the pin che consisteva nel salire i 72 metri che portano in cima al Trampolino Olimpico d'Italia (rampa dalla quale si sono scritte pagine di storia dello sci) e contendersi la prima tappa di Cortina d'Ampezzo di «In City Golf 2013».
Presenti al contest anche la «little sister» di Giulia Sergas, Angelica Moresco, vincitrice del Campionato Nazionale Ragazze, con la sorellina Beatrice (11 anni handicap 5).
Le due si sono esibite con Beatrice, che ha lanciato la propria pallina a 1 metro dalla buca, dopo i 210 di volo, superando la sorella di un paio di metri.
Il ricavato della giornata è stato devoluto interamente all'Associazione Promozionale Sociale Sipario di Firenze che da anni progetta, organizza e gestisce momenti formativi e di svago per ragazzi con ritardo mentale.
 
Il primo giorno si è concluso con la un aperitivo al Rifugio Faloria, dove sono state rese note le partenze delle 18 buche di sabato 13 luglio e spiegato il regolamento.
Infatti, la Regina delle Dolomiti ha deciso di raddoppiare e così, nel proprio cartellone culturale, artistico e sportivo di livello assoluto, anche il golf è diventato protagonista con ben due giorni unici.
Dopo l'apertura con il hole in one contest, 18 buche hanno vestito il paese per una sfida affascinante.
Gli invitati possono effettuare l'intero percorso a piedi e affrontare le diverse prove come il putt sul ghiaccio e dentro la funivia Faloria in movimento, ma anche il drive nel palazzo del ghiaccio con un portiere che tenta la parata o lo spettacolare colpo dalla finestra del Bar dello Sport.
 
Il paese è stato trasformato in un vero campo urbano con pannelli scenografici che raffigurano grandi campi e i green di Brilliant8 sui quali sfidarsi.
«I VIP di questa due giorni sono le persone comuni, abbiamo portato il golf alla gente grazie alle città che hanno deciso di trasformarsi in buche uniche, le più belle del mondo, per un giorno», – ha raccontato Kurt Anrather, titolare di Sports & More e ideatore dell'evento.
Così dopo il via dall'Arena di Verona, In City Golf è tornato alle proprie origini nella cittadina più glamour dell'intero arco alpino.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni