Home | Golf | Campionati Golf 2018 | Golf – Playoffs: BMW Championship a Keegan Bradley

Golf – Playoffs: BMW Championship a Keegan Bradley

Bella prova di f. Molinari: 8° – Woods 6° – Il vincitore ha superato Justin Rose, nuovo numero uno mondiale, alla prima buca di playoff

Keegan Bradley ha vinto con 260 (66-64-66-64, -20) colpi il BMW Championship, terza delle quattro prove dei PlayOffs, che ha designato i trenta giocatori ammessi al Tour Championship (20-23 settembre), il torneo finale dove si assegneranno i dieci milioni di dollari della FedEx Cup al vincitore di una speciale classifica a punti e che concluderà anche la stagione del PGA Tour.
Bradley, tornato al successo dopo sei anni, ha superato con un par alla prima buca di playoff Justin Rose (260 – 66-63-64-67) con il quale aveva terminato alla pari la gara.
Rose è divenuto nuovo numero uno mondiale superando Dustin Johnson.
 
Ha offerto ancora un’ottima prova Francesco Molinari, ottavo con 264 (70-63-64-67, -16), che nelle ultime 54 buche ha realizzato 16 birdie, senza bogey.
E non è stato da meno Tiger Woods, sesto con 263 (62-70-66-65, -17), che è stato per un buon tratto anche in corsa per il titolo.
 
Sul percorso dell’Aronimink GC (par 70), a Newtown Square in Pennsylvania, dove il torneo si è concluso con un giorno di ritardo a causa degli stop per maltempo, sono terminati al terzo posto con 261 (-19) Billy Horschel e Xander Schauffele, al quinto con 262 (-18) Rory McIlroy, mentre Webb Simpson ha affiancato Woods.
Stesso score di Molinari anche per Tony Finau, Tommy Fleetwood e Rickie Fowler. Non ha brillato Bryson DeChambeau, 19° con 268 (-12), la cui posizione di leader della FedEx era inattaccabile, un colpo in più per Dustin Johnson, Jon Rahm e Jason Day, 24.i con 269 (-11), e molto deludente Jordan Spieth, 55° con 277 (-3), ed escluso dalla gara finale della FedEx per una posizione (31°).
 
Keegan Bradley, 32enne di Woodstock (Vermont), ha portato a quattro i titoli nel tour, ma con un major e un WGC.
Ha rimontato dal sesto posto con un 64 (-6) dovuto a otto birdie e a due bogey, però con il secondo sull’ultima buca ha rischiato di perdere la gara.
Ha sbagliato tuttavia anche Rose ed è stato playoff, dove l’inglese gli ha lasciato strada mancando un putt di un metro e mezzo.
Con il titolo Bradley ha ricevuto un assegno di 1.620.000 dollari su un montepremi di 9.000.000 di dollari.
 
«Sono molto soddisfatto, – ha detto Tiger Woods, che ha girato in 65 (-5) con sette birdie e due bogey.  –La mia stagione è il frutto di tanto duro lavoro.
«Ho cercato di aumentare la mia fluidità, essendo cambiate alcune cose nel fisico concentrandomi su molti piccoli accorgimenti.
«Sono molto soddisfatto. A inizio dell’anno non avrei mai pensato di poter disputare il Tour Championship.»
 
Francesco Molinari non è riuscito ad accelerare nella prima parte del giro è il primo birdie è arrivato alla nona buca, quando gli avversari avevano preso vantaggio.
Poi con altri due ancora una volta è terminato tra i top ten, in una stagione straordinaria in cui spiccano le sue tre vittorie, major compreso,
 
 Graduatoria e punti FedEx 
DeChambeau leader – Dopo il BMW Championship i punti della classifica FedEx sono stati resettati, naturalmente mantenendo le posizioni.
Nel Tour Championship Bryson DeChambeau, leader, avrà una dotazione di 2.000 punti, seguito da Justin Rose (p. 1.800), Tony Finau (p. 1.520), Dustin Johnson (p. 1.296) e Justin Thomas (1.280) e gli altri a scendere fino ai 115 del 30°.
Francesco Molinari, 13°, avrà 352 punti e Tiger Woods, 20°, ne riceverà 219.
I primi cinque, in caso di vittoria, avranno la matematica certezza di conseguire la FedEx, mentre tutti gli altri dipenderanno dalla posizione di chi li precede in graduatoria.
Da ricordare che nel 2011 Bill Haas conquistò la FedEx partendo per l’atto conclusivo dal 25° posto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone