Home | Interno | San Marino chiama l’Università di Trento

San Marino chiama l’Università di Trento

Una delegazione dello Stato ricevuta oggi in Rettorato per gettare le basi di una collaborazione per un complesso di riforme istituzionali

image

 >
La Repubblica di San Marino chiama l’Università di Trento per il complesso di riforme istituzionali, a cui intende mettere mano.
L’Ateneo di Trento risponde con disponibilità e mette subito in campo le proprie competenze.
La collaborazione ha preso le mosse oggi nell’incontro a Palazzo Sardagna tra Andrea Belluzzi, segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura (che, per il Governo italiano, corrisponde a un ministro), con una delegazione dello Stato e il rettore dell’Università di Trento Paolo Collini con il professore della Facoltà di Giurisprudenza Giuseppe Nesi.
Nel dialogo ci si è confrontati su tematiche di comune interesse e sono state esplorate possibili attività.
 
In particolare, la Repubblica di San Marino ha manifestato l’intenzione di iniziare una collaborazione con l’Università di Trento per un processo di riforme istituzionali che vuole avviare per armonizzare le nuove istanze con le radici storiche sammarinesi.
L’Ateneo di Trento sarà, quindi, al fianco della Repubblica di San Marino.
Paolo Collini ha ricordato come UniTrento sia al servizio della comunità e Giuseppe Nesi ha parlato della dimensione europea e transnazionale della Facoltà di Giurisprudenza come di un terreno molto fertile per questo tipo di collaborazione.
Il primo atto sarà coinvolgere rappresentanti dell’Università di Trento e dell’Università di San Marino in gruppi di lavoro tematici.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni