Home | Interno | Bilancio e sviluppo, oggi il confronto di Fugatti con i sindacati

Bilancio e sviluppo, oggi il confronto di Fugatti con i sindacati

Ribadita la volontà dell’esecutivo di investire in materia di sanità e assistenza, puntando anche all’innovazione dei servizi e al rafforzamento dei presidi territoriali

Alla vigilia della discussione in Consiglio della manovra finanziaria provinciale – domani è in programma la relazione illustrativa del presidente Fugatti – prosegue il confronto con le parti sociali sui temi dello sviluppo del Trentino.
Questo pomeriggio il presidente della Provincia autonoma di Trento ne ha parlato, in videoconferenza, con i segretari di Cgil, Cisl e Uil del Trentino: Andrea Grosselli, Michele Bezzi e Walter Alotti.
Con lui c’erano l’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli, il direttore generale della Provincia Paolo Nicoletti e la dirigente generale del Dipartimento Sviluppo economico, ricerca e lavoro Laura Pedron.
Lavoro, sviluppo economico, investimenti, sanità, edilizia pubblica, assetto istituzionale e welfare sono stati i principali temi affrontati.
 
«Siamo disponibili – ha sottolineato il presidente Fugatti – a riflettere sulle proposte che ci avete avanzato, così come vogliamo ragionare delle prospettive di futuro del Trentino con tutti i principali attori economici e sociali, partendo anche dall’analisi degli strumenti che già abbiamo a disposizione.»
L’assessore Spinelli ha confermato la disponibilità a lavorare assieme a tutti i soggetti interessati ai temi dello sviluppo del Trentino, compresi i rappresentanti dei lavoratori e delle categorie economiche, facendo sintesi delle proposte e confrontandole con le politiche e i programmi di legislatura della Giunta.
«È utile – ha detto – ragionare su tutti i passaggi che costituiscono la catena dello sviluppo.»
 
Rispondendo alle sollecitazioni degli interlocutori, ha ribadito la volontà dell’esecutivo di investire in materia di sanità e assistenza, puntando anche all’innovazione dei servizi e al rafforzamento dei presidi territoriali.
Anche nel campo della ricerca, ha aggiunto, c’è la volontà di non arretrare sul fronte dell’investimento pubblico.
Digitalizzazione e transizione green, ha spiegato, sono alcuni degli ambiti più rilevanti tra i progetti recentemente presentati al Governo per le risorse legate al Recovery Fund e sui quali c’è l’intenzione di collaborare anche con altri territori.
Il confronto con i sindacati ha riguardato anche il ruolo e le risorse professionali e finanziarie di Agenzia del Lavoro.
Si è parlato inoltre di edilizia pubblica, poli tecnologici, politiche attive e passive del lavoro e delle possibili collaborazioni con l’Università di Trento nel campo della formazione sanitaria e dell’apprendistato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni