Home | Interno | Con Comano il Garda Trentino si avvicina alle Dolomiti

Con Comano il Garda Trentino si avvicina alle Dolomiti

Firmato l’accordo quadro per l’accorpamento del territorio delle Giudicarie Esteriori che entra in vigore nel 2021

image

 >
Il lungo cammino della legge provinciale per la riorganizzazione della promozione turistica del Trentino ha segnato quest’oggi una tappa significativa con la firma dell’accordo quadro per l’aggregazione dell’APT Terme di Comano - Dolomiti di Brenta in Garda Trentino S.p.A.
L’intesa è stata sottoscritta martedì 15 dicembre a Trento dai presidenti delle due aziende di promozione, Susanna Serafini e Marco Benedetti, alla presenza dell’Assessore Provinciale al Turismo, Roberto Failoni.

«Ho sempre considerato la riforma come un’opportunità per armonizzare i nostri territori - ha dichiarato l’Assessore Failoni nella conferenza stampa - e credo che l’unione tra il Garda Trentino e Comano rappresenti un ottimo esempio che altri ambiti dovrebbero seguire, perché dimostra come la principale destinazione turistica della nostra provincia possa accogliere una realtà più piccola mantenendone l'identità e determinando nuove opportunità. Nessun territorio potrà dirsi danneggiato dalla riforma che dunque credo possa definitivamente entrare nella sua fase attuativa entro la prima metà del 2021.»
 
Susanna Serafini ha sottolineato le motivazioni con cui il territorio di Comano affronta questa nuova sfida.
«Riteniamo di essere complementari al Garda Trentino e dunque in grado di determinare dei valori aggiunti, a cominciare dalla nostra realtà termale. Dopo il Covid molte abitudini cambieranno radicalmente: creare nuove opportunità per un turismo slow e sostenibile è una prospettiva in linea con le nuove esigenze di mercato. Vista l'unione di fatto, fondamentale sarà anche, con l’aiuto della Provincia, completare l’anello ciclabile per ottimizzare il collegamento tra i due territori.»

Il Presidente di Garda Trentino S.p.A Marco Benedetti ha soggiunto: «L’unione delle forze è una strada che mi auguro anche i comuni e le associazioni di categoria decideranno di seguire. Il matrimonio con Comano amplia i contenuti della nostra destinazione avvicinandoci alle Dolomiti, ora dobbiamo essere bravi a mettere a frutto queste nuove opportunità lavorando in piena armonia con i nostri nuovi partner.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni