Home | Interno | «Ferrari Incontri», sottoscritta oggi la convenzione attuativa

«Ferrari Incontri», sottoscritta oggi la convenzione attuativa

Via libera al progetto di riqualificazione e all'ampliamento delle Cantine di Ravina con Comune ei Trento e Provincia autonoma

image

>
Oggi, 31 dicembre, all’Agenzia provinciale per gli appalti e i contratti, è stata sottoscritta la convenzione attuativa dell’accordo urbanistico riguardante il progetto «Ferrari Incontri».
A firmare il documento, che dà il via libera a un complesso progetto di riqualificazione delle Cantine Ferrari di Ravina, sono stati Paolo Nicoletti, direttore generale della Provincia autonoma, Luisella Codolo, dirigente del servizio Urbanistica del Comune di Trento, e Alessandro Lunelli per le Cantine Ferrari.
Già il 7 gennaio 2020 è stato sottoscritto tra la Provincia, il Comune e Cantine Ferrari, un accordo urbanistico inteso a creare le condizioni per dare corso a una proposta di riqualificazione funzionale e architettonica del compendio industriale di Ravina.
La proposta prevede la realizzazione del nuovo spazio espositivo e multifunzionale «Ferrari Incontri», la realizzazione di una cantina interrata e la creazione di un’unica area produttiva, senza soluzione di continuità, tanto da richiedere l'acquisizione delle aree oggi occupate da un tratto della strada provinciale 90.
 
L'accordo è nato dalla convinzione che, attraverso la proposta di ampliamento del compendio produttivo e la realizzazione del nuovo «Ferrari Incontri», Cantine Ferrari possa continuare a crescere con ricadute positive sul territorio e sul sistema economico, sociale e culturale locale.
Con l’attuazione di tale operazione Cantine Ferrari si candida a diventare luogo simbolo per il «Trentodoc», in grado di accogliere fino a 50 mila visitatori l’anno e quindi una meta turistica complementare con l’offerta turistico-culturale della città di Trento e della provincia.
A seguito di questo accordo è stata adottata dal Consiglio comunale prima, e approvata dalla Giunta provinciale poi, un'apposita variante al Piano regolatore generale che ha recepito gli impegni assunti da Cantine Ferrari, con la sottoscrizione dell’accordo urbanistico.
 
Impegni che sinteticamente riguardano:
- la realizzazione della nuova viabilità, alternativa al tratto della strada provinciale 90 che verrà accorpato nel compendio produttivo;
- la cessione a titolo gratuito in proprietà alla Provincia, delle opere relative alla nuova viabilità, alla rotatoria e al tratto di pista ciclo-pedonale adiacente la nuova viabilità;
- la realizzazione e cessione gratuita al Comune di uno spazio verde a nord dell’abitato di Ravina;
- la realizzazione entro dieci anni dalla sottoscrizione dell’accordo urbanistico (quindi entro il 6 gennaio 2030), di un nuovo edificio destinato a spazio espositivo e multifunzionale denominato «Ferrari Incontri».
 
Per dare attuazione a quanto previsto dalla variante al Prg conseguente all’accordo urbanistico, era stata prevista la stipula tra Comune, Provincia e Cantine Ferrari della convenzione sottoscritta oggi.
La convenzione disciplina in maniera puntuale tutti gli aspetti già contenuti nell’accordo urbanistico e consente a Cantine Ferrari di procedere con le progettazioni per l’ottenimento dei titoli edilizi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni