Home | Interno | Comuni trentini, finanziate opere urgenti per 2,9 milioni di euro

Comuni trentini, finanziate opere urgenti per 2,9 milioni di euro

I lavori interessano i territori di Contà, Denno, Fierozzo, Frassilongo, Lavarone, Predaia e Terre d’Adige

Ammonta a 2 milioni 932 mila euro il valore degli interventi urgenti che la Giunta provinciale ha deciso oggi di finanziare, su proposta dell’assessore agli enti locali Mattia Gottardi.
Sette sono le municipalità interessate ad altrettante opere: marciapiede a Denno, Contà e Terre d’Adige, ristrutturazione dell’acquedotto a Fierozzo e ampliamento di quello di Frassilongo, rifacimento dello scarico di superficie del laghetto di Palù a Lavarone e nuova pavimentazione nelle piazze di Tres e Vion nel comune di Predaia.

«La Giunta provinciale conferma il proprio impegno nel sostenere l’intero territorio, sulla base dei bisogni reali delle comunità locali» sono le parole dell’esponente dell’esecutivo.
I lavori urgenti sono stati ammessi a finanziamento dalla Giunta, a valere sul fondo di riserva.
Gli interventi sono stati individuati sulla base delle richieste inoltrate dalle amministrazioni comunali e dopo un’attenta valutazione delle singole situazioni.
 
  Si tratta, in particolare, dei seguenti interventi: 
La realizzazione del nuovo tratto di marciapiede lungo la SP 73 nel comune di Contà.
Attraverso questo intervento si vuole mettere in sicurezza il transito pedonale fra gli abitanti di Cunevo e Flavon, con la prosecuzione del tratto di marciapiede già esistente.
Grazie alla sistemazione degli accessi agricoli ai fondi limitrofi al tracciato, l’intervento garantirà una maggiore sicurezza stradale e pedonale (505mila euro di contributo su un importo di progetto di 595mila euro).
 
La realizzazione di un nuovo tratto di marciapiede lungo via Degasperi a Denno.
Il tratto di strada provinciale SP 37 destra Anaunia è pericoloso per i pedoni che si trovano a transitare sulla sede stradale, percorsa lungo l’intero arco della giornata da mezzi pesanti, in punti a bassa visibilità ed elevata velocità (171mila euro di contributo su un importo di progetto di 190mila euro).
 
La ristrutturazione e il potenziamento dell’acquedotto comunale di Fierozzo.
Il progetto riguarda il prolungamento delle reti esistenti e la sostituzione di reti non più idonee con nuovi pozzetti di ispezione e manovra, alloggiamento di apparecchiature idrauliche e la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di due serbatoi e di una vasca di ripartizione dell’acquedotto.
L’intervento punta a garantire il regolare approvvigionamento idrico potabile e antincendio (559mila euro di contributo su un importo di progetto di 693mila euro).
 
La realizzazione di due nuovi ramali acquedottistici nel territorio comunale di Frassilongo.
Il progetto riguarda il rifacimento dei tratti acquedottistici dalle sorgenti Kaserbach (della Casara) e «Rio dei Molini» fino al mineralizzatore di Roveda/Frassilongo.
I due tratti dell’acquedotto appaiono obsoleti e sotto-dimensionati rispetto alle possibilità di captazione delle sorgenti e della reale capacità di soddisfare la richiesta di acqua potabile (522mila euro di contributo su un importo di progetto di 648mila euro).
 
Il rifacimento dello scarico di superficie del laghetto Palù e il riordino della fognatura nera nel comune di Lavarone.
Il progetto prevede l’allontanamento delle acque meteoriche dall’area del parco pubblico e la contestuale rettifica del sistema fognario della zona (313mila euro di contributo su un importo di progetto di 387mila euro).
 
Il rifacimento della pavimentazione delle piazze di Tres e Vion nel comune di Predaia.
L’intervento è previsto a seguito dei recenti lavori di metanizzazione delle due frazioni, oltre che della realizzazione del nuovo acquedotto nella frazione di Vion.
Le pavimentazioni sono infatti dissestate e compromettono la percorribilità della strada e dei marciapiedi in sicurezza.
È indispensabile inoltre sostituire un tratto della rete dell’acquedotto nonché i tratti di fognatura bianca che necessitano di urgenti interventi di manutenzione (499mila euro di contributo su un importo di progetto di 600mila euro).
 
La realizzazione del marciapiede in corsia sud lungo la S.P. 90 – destra Adige - tra il km 2+100 ed il km 2+600 circa, nella frazione di Nave San Rocco del comune di Terre d’Adige.
L’iniziativa punta alla messa in sicurezza, alla manutenzione e al miglioramento delle condizioni della rete viaria urbana.
Il marciapiede di circa 500 metri collegherà il bivio Maso Alfonso/Maso Quadrifogli, passando per la località «Maset», fino al bivio per la località «Novali», per poi collegarsi su via 4 Novembre al marciapiede esistente (360mila euro di contributo su un importo di progetto di 400mila euro).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni