Home | Interno | Amministratore di Sostegno: ieri la riunione del Tavolo

Amministratore di Sostegno: ieri la riunione del Tavolo

«Luogo di confronto e di riflessione su questo strumento giuridico a tutela delle persone fragili», così l'assessore provinciale Segnana

Sono circa 3.500 gli amministratori di sostegno in provincia di Trento e nel 2019 sono state aperte 666 nuove amministrazioni, a favore per lo più di persone anziane (circa il 70%), disabili (20%) e persone con disturbi psichiatrici (14%); si tratta in prevalenza di familiari dei beneficiari, oppure di professionisti su ricorso per lo più dei familiari stessi.
Sono questi i numeri presentati ieri durante l'incontro del Tavolo per la promozione dell'amministratore di sostegno, organo di consulenza e proposta previsto dalla legge provinciale 4/2011.
«Si tratta di un luogo di confronto e di riflessione su questo strumento giuridico che ha come obiettivo la tutela delle persone fragili, messe particolarmente alla prova da questa pandemia, che richiedono una maggiore tutela e attenzione in un momento storico davvero difficile», è stato con queste parole che l'assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana, che coordina il Tavolo, ha aperto i lavori del pomeriggio.
 
Accanto all'assessore Segnana vi erano il dirigente generale del Dipartimento Salute, Giancarlo Ruscitti, la dirigente dell'UMSE Sviluppo Rete dei Servizi Miriana Detti con Laura Castegnaro, Domenica Russo e Adriana Cimadom, nonché i referenti del settore.
Nel dettaglio si tratta di: il presidente del Tribunale di Rovereto Giulio Adilardi, il magistrato Consuelo Pasquali, gli avvocati Michele Russolo, che è anche presidente dell'Ordine di Trento, Elisabetta Peterlongo e Marcella Robol, nonché Elisa Damaggio consigliera dell'Ordine degli assistenti sociali del Trentino, Elisa Rizzi dei Servizi sociali territoriali, Maurizio Moncher per UPIPA, Massimo Zanoni e Jlenia Polli dell'Associazione Comitato per la promozione dell'amministratore di sostegno.
 
Durante l'incontro si è fatto il punto sui numeri delle amministrazioni di sostegno attivate ed è stato presentato un aggiornamento sui progetti per lo sviluppo territoriale di questa figura.
Si è illustrato poi il progetto di potenziamento dello sportello informativo presso il tribunale di Rovereto, grazie alla disponibilità di alcuni avvocati del foro della Città della Quercia.
In conclusione l'assessore Stefania Segnana ha ringraziato tutti i presenti per il lavoro e gli spunti offerti e si è impegnata ad attivarsi, per quanto di competenza provinciale, per migliorare sempre più questo strumento, oltre che a riconvocare il Tavolo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni