Home | Interno | La Giunta provinciale riunita a Coredo di Predaia

La Giunta provinciale riunita a Coredo di Predaia

La Giunta ha ripreso le seduta settimanale sul territorio dopo il lungo stop dovuto all'emergenza pandemica

image

>
Il Comune di Predaia ha ospitato la Giunta provinciale per la seduta settimanale sul territorio, dopo il lungo stop dovuto all'emergenza pandemica.
La giornata in terra nonesa dell'esecutivo guidato dal presidente Maurizio Fugatti si è aperta a Castel Coredo: le istituzioni provinciali sono state accolte dal sindaco Giuliana Cova e dai membri del Consiglio comunale, oltre che dall'assessore regionale Lorenzo Ossanna, dal parroco don Raymond Mercieca e da una folta rappresentanza di forze dell'ordine, Corpo forestale, vigili del fuoco volontari e associazioni.
«Le sedute fuori dal Palazzo di Piazza Dante consentono alla nostra Amministrazione di approfondire con maggiore consapevolezza le problematiche del territorio, confrontandoci direttamente con gli attori locali» ha specificato il presidente Fugatti, che ha parlato dell'Anaunia come di una terra che «ha nel proprio Dna capacità di azione e incisività, con una grande voglia di ripartire dopo le grandi sofferenze e i lutti causati dal Covid.»
 

 
Il sindaco Cova ha indicato il Comune di Predaia come una realtà amministrativa ricca di sfaccettature e complessa: «Un territorio splendido, ampio circa 80 chilometri quadrati e composto da 14 frazioni che necessitano dell'attenzione della Provincia autonoma di Trento per il proprio rilancio turistico, anche grazie alla valorizzazione dei percorsi naturalistici e delle bellezze storiche e artistiche tra le quali figura il santuario di San Romedio, candidato a diventare patrimonio UNESCO.»
La prima cittadina ha parlato anche del grande patrimonio umano di questa terra: «Le nostre famiglie e le aziende locali hanno saputo reggere alla crisi del 2008 investendo in tecnologie e sviluppo sostenibile. Il Coronavirus ha rappresentato un nuovo elemento di sofferenza, ma siamo certi di saper ritrovare il vigore di sempre.»
 

 
L'assessore all'agricoltura, foreste, caccia e pesca Giulia Zanotelli si è dunque soffermata sull'impegno nel favorire un nuovo rilancio e la promozione del settore agroalimentare, che per l'economia di Predaia e dell'intera Val di Non rappresenta un pilastro fondamentale: «È ora fondamentale proseguire nel solco che abbiamo tracciato, affinché si rafforzi il connubio tra agricoltura, turismo e cultura in una logica di sistema.»
Infine la benedizione dei presenti da parte di don Raymond e la visita guidata al maniero di Coredo, prima del trasferimento a Casa da Marta dove si sono svolti i lavori della Giunta.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande