Home | Interno | Si può accedere alla «Stanza del cittadino» tramite SPID

Si può accedere alla «Stanza del cittadino» tramite SPID

Acquisto auto elettriche: attiva da oggi la piattaforma informatica per le domande di contributo alla Provincia autonoma di Trento

image

>
Continua la digitalizzazione e semplificazione delle pratiche inerenti le richieste di contributo alla Provincia autonoma di Trento: da oggi, 5 luglio, i privati cittadini che hanno acquistato un autoveicolo elettrico e sono in possesso dei requisiti previsti dalle nuove disposizioni approvate dalla Giunta provinciale il 28 maggio scorso su proposta dell’assessore Mario Tonina, potranno fare domanda di contributo esclusivamente online attraverso la «Stanza del cittadino».
Come anticipato qualche mese fa, il modulo di domanda è finalizzato a semplificare l’intero iter amministrativo, sia per quanto riguarda la compilazione e la trasmissione ad APIAE, sia per la documentazione da fornire nel caso di controllo, contestuale o successivo alla domanda stessa.
 
L’autenticazione va fatta tramite SPID: è possibile così accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e alla «Stanza del cittadino» - sistema pubblico trentino - in maniera semplice, sicura e veloce.
Una volta accreditato, il cittadino può accedere al servizio «Incentivi mobilità elettrica 2021» e, seguendo le istruzioni, procedere alla compilazione guidata del modulo di domanda.
L’attenzione della Provincia di Trento verso la decarbonizzazione si è concretizzata con l’approvazione, l’11 giugno scorso, del Piano energetico ambientale provinciale (PEAP) 2021-2030 e quindi di una serie di azioni strategiche anche nel settore trasporti, tra cui il sostegno alla transizione alla mobilità elettrica.
Con l’attivazione della piattaforma digitale si completa pertanto la prima linea di agevolazioni per l’acquisto di autoveicoli elettrici BEV (Battery electric vehicle), semplificando le modalità di presentazione della domanda di contributo.
 
Il vicepresidente Tonina ha espresso soddisfazione per l’intera azione messa in campo: «L’attenzione all’ambiente non può essere disgiunta dall’attenzione alla comunità: poter dare uno strumento semplice, facile e veloce per ottenere un beneficio dall’Amministrazione provinciale è sicuramente motivo di soddisfazione sia per l’Ente pubblico sia per il cittadino», ha commentato.
La domanda di contributo, in regola con il pagamento dell’imposta di bollo, dovrà essere presentata digitalmente entro 90 giorni dalla data di immatricolazione del nuovo autoveicolo elettrico. Se l’immatricolazione è avvenuta nel periodo transitorio, ovvero tra fine febbraio e la data di attivazione della piattaforma online, il termine di 90 giorni decorre dal 5 luglio 2021 (data di attivazione della piattaforma informatica).
 
Questi i requisiti fondamentali richiesti per ottenere l’agevolazione:
- essere residente in provincia di Trento;
- aver concluso l’acquisto di un autoveicolo elettrico nuovo (BEV Battery Electric Vehicle di prima immatricolazione), appartenente alla categoria M1 e del valore imponibile non superiore ai 50.000 euro (IVA esclusa);
- aver rottamato un autoveicolo categoria M1 e appartenente alle categorie ambientali euro 0, 1, 2, 3, 4 e 5 (benzina o gasolio), o aver sostituito un autoveicolo della medesima categoria ma appartenente alle categorie ambientali euro 4 o 5 se alimentato a benzina, o euro 5 se alimentato a gasolio, nei 60 giorni prima o 60 giorni dopo l’avvenuta immatricolazione del nuovo autoveicolo esclusivamente elettrico (BEV) acquistato.
Per i casi specifici si invitano i cittadini a leggere attentamente le istruzioni o consultare direttamente i siti istituzionali www.apiae.provincia.tn.it e www.infoenergia.provincia.tn.it
 
Si evidenzia che la piattaforma è fruibile esclusivamente dal privato cittadino che presenta la domanda di contributo sulla base dei nuovi criteri entrati in vigore a partire da fine febbraio 2021. Tutti gli altri soggetti, non solo privati cittadini, ma anche professionisti, imprenditori individuali e agricoli ed enti pubblici che hanno effettuato l'acquisto o l'ordine (con caparra documentata) di veicoli elettrici o ibridi plug-in entro il 27 febbraio 2021, devono presentare la domanda cartacea ad APIAE sulla base dei vecchi criteri, la cui cessazione di efficacia è stata deliberata dalla Giunta provinciale con provvedimento n. 285 del 26 febbraio 2021.
È fatta eccezione per le imprese che si avvalgono della compensazione fiscale, che per beneficiare delle agevolazioni sulla mobilità elettrica (veicoli elettrici, ibridi plug-in, stazioni di ricarica ecc.) per acquisti realizzati/ordinati prima del 27 febbraio 2021 dovranno presentare la domanda a Confidi tramite il portale «Riparti Trentino».
 
La disciplina è stata recentemente innovata anche in questo settore con la deliberazione n. 915 del 28 maggio 2021, presente nel sito «Riparti Trentino» con tutte le spiegazioni del caso.
Si informano gli utenti che a causa dell'ingente mole di istanze presentate sui vecchi criteri, gli uffici di APIAE saranno a disposizione del pubblico nella sola giornata di mercoledì dalle ore 10.00 alle ore 11.00 e solamente per quesiti urgenti e motivati.
Le domande saranno esaminate dagli uffici che invieranno le comunicazioni formali previste (avvio di procedimento e richiesta di eventuali integrazioni), prima di procedere all'erogazione dei contributi richiesti.
A questo link l'accesso alla piattaforma: https://www2.stanzadelcittadino.it/provincia-autonoma-di-trento/it/servizi/incentivi-mobilita-elettrica-2021

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni