Home | Interno | 4ª «Stelvio Marathon» si arriva a 2.843 metri, Cima Garibaldi

4ª «Stelvio Marathon» si arriva a 2.843 metri, Cima Garibaldi

Grande novità di questa edizione con il percorso che da Prato allo Stelvio porterà allo splendido traguardo di Cima Garibaldi

image

>
Un noto proverbio recitava: «non c’è due senza tre… e il quattro vien da sé!» Così la «Stelvio Marathon» si prepara per la sua 4ª edizione che prenderà il via il prossimo 24 luglio nella splendida cornice di Prato allo Stelvio, sede di partenza della mezza maratona con scalata al mitico Passo dello Stelvio.
Un percorso rivisto e modificato per rendere ancor più affascinante l’ascesa ai 2.758 metri della vetta carrabile di «Sua Maestà» Stelvio che nelle passate edizioni ha entusiasmato i tanti runners che si sono cimentati nella impegnativa corsa in salita, anche se ad essere pignoli e precisi il traguardo quest’anno non sarà lo stesso di sempre. Proprio così, perché la 4ª edizione della «Stelvio Marathon» arriverà ancor più su, precisamente ai 2.843 metri di Cima Garibaldi, o Dreisprachenspitze per dirla alla tedesca.
 
Intensità, costanza, coraggio e capacità di gestire lo sforzo saranno tutte armi fondamentali per arrivare in fondo ai 21 km di tracciato, con i 2.100 metri di dislivello a testimoniare che l’impresa non è adatta a tutti.
Sacrificio, fatica e stanchezza saranno sensazioni che non tarderanno ad arrivare sulle rampe della «Stelvio Marathon», con le gambe degli atleti che inizieranno a «bruciare» fin dalla prima parte di gara. Chi riuscirà a tener duro e non mollerà finché non avrà tagliato il traguardo verrà poi ricompensato con emozioni e sentimenti impagabili, e con una vista sull’Ortles e sui ghiacciai del Parco Nazionale dello Stelvio di incommensurabile bellezza.
Da Cima Garibaldi si potrà godere di panorami mozzafiato e di incantevoli e suggestivi scorci sulle montagne più belle dell’intero arco alpino, insomma sarà una gara con i fiocchi non solo dal punto di vista agonistico, ma anche paesaggistico.
 
A rendere ancora più magica l’atmosfera e segnare un ricordo indelebile nella mente dei «finisher» della «Stelvio Marathon» ci penserà la medaglia in legno realizzata appositamente per coloro che porteranno a termine la loro impresa sul Passo dello Stelvio.
Ad oggi sono quasi 400 gli atleti iscritti alla «Stelvio Marathon», ma i numeri sono destinati a salire ancora con le iscrizioni che rimarranno aperte fino al prossimo 18 luglio, con la tassa di partecipazione fissata a 50 euro.
Tra gli iscritti spicca il nome di Andrea Zambelli, vincitore dell’edizione 2018 della «100 Km del Passatore» e atleta della Nazionale Italiana della 100 Km, il quale proverà a cimentarsi su una distanza più corta rispetto alle sue caratteristiche da granfondista.
La «Stelvio Marathon» inizia a prendere sempre più forma, per una 4.a edizione che riserverà emozioni da non perdere e un finale tutto nuovo da scoprire passo… dopo passo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni