Home | Interno | IPSP, quando industria e ricerca universitaria fanno squadra

IPSP, quando industria e ricerca universitaria fanno squadra

Dopo due anni di sospensione a causa di Covid-19, torna «Industrial Problem Solving with Physics»

Aperti i giochi dell’Industrial Problem Solving with Physics, IPSP 2021. Nella competizione l’industria si rivolge alla ricerca universitaria per trovare soluzioni innovative a problemi aziendali concreti.
IPSP è organizzata dal Dipartimento di Fisica, dal corso di Dottorato in Fisica e dalla Divisione Supporto Ricerca scientifica e Trasferimento tecnologico dell’Università di Trento, in collaborazione con Confindustria Trento e Polo Meccatronica – Trentino Sviluppo e con il coinvolgimento di Contamination Lab Trento.
L’iniziativa, nata nel 2014, torna dopo due anni di sospensione a causa di Covid-19.
Questa mattina l’incontro di apertura, al quale è intervenuto anche il Rettore dell’Università di Trento, Flavio Deflorian.
Sono stati quindi presentati i problemi da risolvere posti dalle tre aziende coinvolte: AnteMotion srl di Rovereto, che opera nell’automotive; il laboratorio cosmetico Areaderma srl di Pergine Valsugana; TechnoAlpin spa di Bolzano, attiva nella tecnologia per l’innevamento. Si sono dunque subito formati i gruppi di lavoro, che già dal pomeriggio si metteranno all’opera.
 
L’edizione di quest’anno vede la partecipazione di 24 cervelli under 35, provenienti da tutta Italia (assegnisti/e di ricerca o borsisti/e, dottorandi/e o dottori e dottoresse di ricerca, studenti e studentesse di laurea magistrale o laureati/e).
Le 24 persone sono state selezionate su una sessantina di candidature. I tre i problemi da risolvere, invece, sono stati individuati tra le sei proposte arrivate dalle aziende del territorio.
Le squadre di giovani lavoreranno per individuare la migliore soluzione ai problemi posti dalle aziende fino alla sera del 23 luglio nei laboratori didattici e in alcune aule di PovoZero (Via Sommarive, 14).
Sabato 24 luglio intorno a mezzogiorno, al Polo Ferrari 1 (Via Sommarive, 5), è poi prevista la presentazione dei risultati dell’attività di problem solving, la consegna degli attestati di partecipazione e la premiazione.
 
A coordinare i lavori sarà il Comitato scientifico con Mattia Mancinelli, Michele Orlandi e Luca Tubiana, tutti del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento.
Il Comitato consultivo è, invece, composto da Franco Dalfovo (Dipartimento di Fisica, Università di Trento), Giovanni Andrea Prodi (Scuola di dottorato in Fisica, Università di Trento), Vanessa Ravagni e Giuseppe Caputo (Divisione Supporto Ricerca scientifica e Trasferimento tecnologico, Università di Trento), Alessandro Santini (Confindustria Trento) e Paolo Gregori (Trentino Sviluppo, Area ProM Facility).

Per maggiori informazioni: https://event.unitn.it/ipsp2021/.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni