Home | Interno | Collegamento funiviario Polsa-Monte Baldo

Collegamento funiviario Polsa-Monte Baldo

Fugatti incontra il sindaco di Avio Fracchetti e il vicesindaco di Brentonico Togni

image

Ivano Fracchetti, sindaco di Avio, Maurizio Fugatti e Moreno Togni, vicesindaco di Brentonico.

Il presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti ha incontrato oggi il sindaco di Avio Ivano Fracchetti e il vicesindaco di Brentonico, Moreno Togni. Al centro del confronto un'opera molto attesa dai territori, ovvero il collegamento funiviario dalla Polsa di Brentonico all'arrivo della funivia panoramica che da Malcesine sale sul Monte Baldo.
Il confronto è servito per capire quali potrebbero essere i prossimi passi per definire assieme agli enti locali interessati una ipotesi di tracciato che possa valorizzare al massimo le esigenze dei due territori.
Accompagnato dal Dirigente generale del Dipartimento artigianato, commercio, promozione, sport e turismo, Sergio Bettotti, il presidente Fugatti ha sottolineato come sia possibile fare assieme ai due Comuni un passo avanti rispetto alla futura realizzazione del collegamento funiviario per il quale si valuteranno due ipotesi sul tracciato.
 
L'assenso dei due Consigli comunali permetterà infatti di procedere con la firma dell'accordo tra Provincia autonoma, Regione Veneto, i Comuni di Avio, Brentonico, Malcesine, Brentonico Ski srl e Trentino Sviluppo. Accordo che darà il via a una valutazione di impatto ambientale, turistico e urbanistico su due percorsi di collegamento funiviario.
Entrambe prevedono la partenza dalla Polsa di Brentonico e di arrivare all'arrivo della funivia panoramica di Malcesine in località, passando attraverso il passo di San Valentino.
Con una delle due che prenderà in considerazione il coinvolgimento degli attuali impianti presenti a Prà Alpesina, ipotesi quest'ultima che risponde meglio alle esigenze di valorizzazione della funivia già in essere.
Se dalle analisi tecniche, tramite Vas e Via, emergerà la fattibilità tecnica e la sostenibilità finanziaria di questa seconda ipotesi, la volontà della Provincia autonoma è di dare priorità a tale tracciato.
 
«L'accordo una volta siglato consentirà di procedere con i progetti, facendo partire una valutazione su due tracciati di collegamento funiviario nella zona e rappresenta un passo avanti per un'opera di collegamento funiviario che può avere delle ricadute di sviluppo turistico importanti per il territorio interessato» sottolinea il presidente Fugatti.
Dalla funivia panoramica di Malcesine arrivano sul Baldo fino a 500.000 persone l'anno, una parte delle quali potrebbe essere intercettata proprio dal futuro impianto per portarli in territorio trentino.
Nella bozza di accordo sono previsti sono previsti 80.000 euro per la valutazione dei due tracciati, finanziati da Provincia autonoma, Brentonico Ski e Comune di Malcesine.
Per quanto riguarda il futuro finanziamento del collegamento funiviario, l'opera potrebbe rientrare nei progetti di competenza del Fondo dei Comuni confinanti, mentre si sonda un interesse della società che gestisce le funivie di Malcesine per un loro coinvolgimento.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni