Home | Interno | Spadaro: «In regione tavolo positivo per il comparto giustizia»

Spadaro: «In regione tavolo positivo per il comparto giustizia»

Primo incontro istituzionale al palazzo della Regione con tutti gli organi della Giustizia

«Un incontro proficuo, in un clima disteso volto a favorire un lavoro comune per il comparto della giustizia in Trentino - Alto Adige/Südtirol».
È quanto ha dichiarato il Presidente del Tribunale dei Minori Giuseppe Spadaro al termine del primo incontro istituzionale nel palazzo della Regione con tutti gli organi della giustizia. Al tavolo istituzionale oltre al segretario generale Michael Mayr, al Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, alla Presidente della Corte d'Appello Gloria Servetti e al Procuratore Generale della Repubblica di Trento Giovanni Ilarda ha visto per la prima volta, su richiesta di Spadaro, la presenza anche dei rappresentanti degli ordini degli avvocati di Bolzano, Rovereto e Trento.
«In questi ultimi due anni è stato fatto un lavoro enorme per andare a sanare quelle carenze strutturali presenti nei tribunali e negli uffici giudiziari – ha fatto notare Mayr – e l'assunzione di 25 assistenti giudiziari è il proprio il coronamento di questo progetto di sinergia tra i diversi enti.»
 
Nel corso dell'incontro si è quindi fatto il punto sullo stato di attuazione della delega della giustizia. Ad esempio, sono stati banditi due concorsi per affrontare il consistente turnover connesso sia all'elevata età anagrafica del personale in servizio presso gli uffici giudiziari, sia agli effetti della quota 100. Durante la riunione è stato ricordato che nel corso del 2020 sono stati coperti praticamente tutti i posti di funzionari giudiziari riducendo le scoperture a 13 unità su 106 in pianta organica, grazie all'inquadramento del personale dichiarato idoneo a seguito di procedura selettiva del Ministero.
Il prossimo anno sarà, invece, bandito il concorso pubblico di assistente giudiziario per gli uffici della provincia di Bolzano e quello di funzionario linguistico per gli uffici di Trento e Bolzano.
 
Sarà indetto anche il concorso pubblico per l'assunzione di operatori giudiziari. Inoltre, il Ministero della Giustizia, in collaborazione con la Regione, sta perfezionando il bando per gli uffici giudiziari del Trentino e dell'Alto Adige per l'assunzione di 79 addetti all'Ufficio per il processo, progetto previsto dal Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza.
Per quanto riguarda la Formazione, invece, la Regione ha approvato un progetto formativo triennale elaborato con la collaborazione della Presidente della Corte d'Appello, della facoltà di giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento e della società in house Trentino School of Management. «Il sistema giustizia è la cartina di tornasole del grado di civiltà di un territorio e della capacità dello Stato di tutelare i diritti dei cittadini – ha concluso Spadaro – sono sicuro che questo tavolo di condivisione contribuirà a risolvere i problemi che purtroppo affliggono tutte le realtà giudiziarie.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande