Home | Interno | Lo studio: qual è il cibo più adatto ai cani?

Lo studio: qual è il cibo più adatto ai cani?

Ecco alcune dritte per scoprire cosa può mangiare il tuo cucciolo

Ormai si è più che consapevoli che una giusta alimentazione è proprio la base per contribuire al benessere psico-fisico del nostro amico a quattro zampe.
Al contrario, un’alimentazione impropria, può comportare gravi problemi di salute al nostro cane, talvolta anche non sempre risolvibili.
Nessuna dieta è adatta a tutti i cani, in quanto questa dipende dall’età, all’attività fisica e dallo stato di salute in quel preciso momento.
Nei casi in cui il cane però, soffra di diabete, ovviamente la dieta dovrà essere adeguata a quella specifica situazione.
 
La scelta sull’alimentazione è spesso tra quella casalinga o quella basata su prodotti preconfezionati.
Nel mondo del pet, esistono in commercio mangimi secchi, ma anche umidi, al cui interno vi sono presenti tutti gli elementi nutrizionali di cui ha bisogno il cane, ripartiti in proteine, grassi ingredienti di origine vegetale e animale, verdure, vitamine e minerali.
L’equilibrio tra questi nutrienti, rappresenta la scelta ottimale per una sana ed adeguata alimentazione, proprio come detto sulle guide di Amusi che fanno anche luce sui prodotti di prima qualità per aiutare a comprendere cosa possono mangiare i cani.
 
Spesso, pensando di effettuare una scelta giusta, si somministrano, al proprio cane, gli avanzi della nostra tavola, ma questa pratica rappresenta un grave errore, in quanto tali cibi sono insiti di grasso, in una quantità smisurata rispetto a quanto può cibarsi un cane.
Bisogna inoltre anche limitare i pasti freddi o quelli molto caldi, in quanto potrebbero comportare seri problemi gastroenterici.
Inoltre, anche per i nostri amici a quattro zampe bisogna quantificare il fabbisogno energetico di cui necessita, allo stesso modo in cui lo facciamo per noi stessi: si calcolano in kilocalorie per ogni chilogrammo di peso corporeo del cane, ovviamente attenendosi anche ad eventuali bisogni specifici, come in caso di allattamento, gravidanza, vita sedentaria.
 
In linea generale, un cane che pesa 30 chili, ma ha una vita statica, avrà un fabbisogno energetico di circa 750 kilocalorie al giorno, mentre lo stesso cane, della stessa razza e dello stesso peso, ma svolge regolare attività fisica, avrà bisogno quasi del doppio delle calorie.
La dieta è consigliabile variarla, anche se sono da evitare cibi come il cioccolato, il caffè, le cipolle e l’aglio, il sale ed i prodotti dolcificanti, le patate e l’uva.
Questi alimenti sono nocivi per la salute del proprio cane; per preservarne lo stato di salute, è bene non fornire loro tali alimenti, basandosi invece sugli alimenti consigliabili, nella giusta ripartizione di nutrienti ed ingredienti: solo così il proprio animale a quattro zampe ce ne sarà grato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande