Home | Interno | Soddisfatte tutte le domande di contributo per Pc e tablet

Soddisfatte tutte le domande di contributo per Pc e tablet

80mila euro in aiuti alle famiglie per gli acquisti di tablet e computer sempre più necessari

Un aiuto concreto per le famiglie che hanno dovuto correre ai ripari e acquistare computer, tablet o altri strumenti informatici, per garantire ai figli lo studio anche con la didattica a distanza.
È stata molto apprezzata l'iniziativa dell'amministrazione comunale di Ala, che in ottobre ha aperto la raccolta di domande per contributi per strumenti informatici.
Le domande sono state quasi 300, per circa 80 mila euro andati alle famiglie.
 
Le prime a dover chiudere, con la pandemia, furono le scuole, nel febbraio 2020: cominciò allora la «didattica a distanza», detta Dad, che tenne a casa tutti gli studenti, costretti a seguire le lezioni e fare i compiti davanti ad un pc.
Molte famiglie dovettero, di tutta fretta, acquistare computer o altri materiali informatici per i propri figli, a volte anche più di uno.
L'amministrazione comunale di Ala, nell'ambito dei suoi interventi a favore della famiglia, pensò nei mesi scorsi ad aiutare le famiglie alensi che dovettero fare questi acquisti, spesso di entità importante.
Con una variazione di bilancio, l'amministrazione comunale di Ala decise di liberare delle risorse per aiutare queste famiglie.
 
Una scelta che si è rivelata azzeccata. Nelle settimane scorse sono stati i versati i contributi per soddisfare tutte le domande pervenute, quasi 300, per un totale di 80mila euro di contributi a favore delle famiglie che hanno dovuto acquistare computer, tablet, stampanti, webcam o altre attrezzature informatiche simili, per permettere ai figli di seguire la didattica a distanza.
Ne hanno beneficiato studenti e studentesse dalla scuola primaria all'Università, iscritti a corsi o scuole negli anni scolastici (o accademici) 2019/20 e 2020/21.
In alcuni casi i contributi sono stati elargiti a famiglie con più di un figlio impegnato a seguire corsi con la didattica a distanza.
 
«Come amministrazione ci possiamo ritenere soddisfatti di essere riusciti a dare un piccolo segnale alle famiglie in questo periodo di difficoltà. In particolare in questi giorni le famiglie devono affrontare molte difficoltà legate al Covid», – commenta l'assessora Michela Speziosi.
«Ci saranno altre iniziative di questo tipo, vogliamo attivare in futuro altri interventi simili a beneficio di famiglie e cittadini», – aggiunge il sindaco Claudio Soini.
Gli interventi a favore delle famiglie, infatti, non finiscono qui: la giunta sta già lavorando ad altri possibili interventi simili, per aiutare i nuclei familiari a superare una situazione generale che presenta ancora molte difficoltà per diverse persone.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande