Home | Interno | A Folgaria due progetti per la messa in sicurezza del territorio

A Folgaria due progetti per la messa in sicurezza del territorio

Si tratta di interventi per un valore complessivo di 1 milione di euro a Nosellari, Fondo Grande e Folgaria

image

Nosellari.

Il decreto 8 gennaio 2022 ha definito le modalità di presentazione delle domande per la richiesta di contributi relative all’annualità 2022, da parte dei Comuni per realizzare interventi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio come previsto dall’art. 1, co. 139, L.145/2018.
Le richieste di contributo da parte dei Comuni devono essere presentate con modalità telematica, tramite la Piattaforma di Gestione delle Linee di Finanziamento (GLF), integrata nel sistema di Monitoraggio delle Opere Pubbliche (MOP) entro le ore 23:59 del 28 febbraio 2022.


 
Ciascun ente può presentare richiesta di contributo per una o più opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio e non può chiedere contributi di importo superiore al limite massimo di 1.000.000 di euro per i comuni con una popolazione fino a 5.000 abitanti, di 2.500.000 di euro per i comuni con popolazione da 5.001 a 25.000 abitanti e di 5.000.000 di euro per i comuni con popolazione superiore a 25.000 abitanti.
Il Comune di Folgaria ha presentato in data odierna due progetti di intervento idrogeologico con particolare riferimento alla regimentazione delle acque superficiali a difesa di alcuni centri abitati del territorio.
 

Folgaria.
 
In particolare, il primo progetto dal costo complessivo di 472.000,00 euro e cronoprogramma 2022-2024, prevede un profondo intervento di regimentazione delle acque superficiali a monte dell’abitato di Nosellari con la realizzazione di nuove condotte e collettori al fine di risolvere e difendere l’abitato da danni e pericoli che si potrebbero verificare in occasione di importanti precipitazioni.
Negli ultimi anni, infatti, si è potuto verificare un crescente fenomeno di allagamento dell’abitato con danni al patrimonio pubblico e privato anche a seguito di eventi metereologici non così intensi.
L’intervento proposto a finanziamento prevede la creazione di un sistema di raccolta a monte del paese capace di raccogliere e convogliare le acque bianche provenienti dal vicino Monte Rust e dalla zona del lago di Lavarone.
 

 
Il secondo progetto presentato si concentra sull’abitato di Folgaria e nella zona di Fondo Grande con particolare riferimento ai corsi d’acqua che negli anni sono stati regimentati e intubati a seguito dello sviluppo urbanistico del territorio.
Con un costo complessivo di 515.000,00 euro e cronoprogramma 2022-2024, si prevede un importante intervento di miglioramento e completamento della rete di smaltimento delle acque bianche che per quanto riguarda il paese di Folgaria si concentrerà sulla pulizia degli alvei del Rio Mezzomonte, Rio San Giovanni e Rio Folgaria con la predisposizione di nuovi sistemi filtranti (briglie).
 

Fondo Grande.
 
A Fondo Grande, dove si rilevano da anni cicli di allagamento dovuti all’insufficiente gestione e raccordo dei rii che affluiscono nel fondo valle, si prevede la posa di un nuovo e più capiente collettore di raccordo con il Rio Val di Plinca.
Visti gli indirizzi del decreto, l’Amministrazione Comunale ha voluto dare priorità agli interventi di messa in sicurezza idrogeologica del territorio in quanto gli eventi meteorologici del recente passato e la crescente consapevolezza dei cambiamenti climatici, impongono alla pubblica amministrazione la massima attenzione nella prevenzione del rischio e nella tempestività degli interventi di messa in sicurezza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande