Home | Interno | Cles, dove il parcheggio si paga con le App

Cles, dove il parcheggio si paga con le App

Portato a termine l’iter per l’attivazione del servizio di pagamento della sosta attraverso l’utilizzo delle applicazioni per smartphone My Cicero e Easy Park

Il Comune di Cles negli scorsi giorni ha portato a termine l’iter contrattuale per l’attivazione del servizio di pagamento della sosta attraverso l’utilizzo delle applicazioni per smartphone My Cicero ed Easy Park.
Le due App saranno disponibili e in funzione nelle prossime settimane, affiancando l’attuale sistema di pagamento che resterà disponibile per chi volesse continuare a utilizzarlo.
Amanda Casula, assessore con delega al Progetto speciale Smart city, spiega così.
 
«Gli utenti registrandosi andranno a creare un proprio profilo su una delle piattaforme oppure su entrambe.
«All’interno del profilo si può registrare anche più di una targa; una volta conclusa la procedura ogni utente riceverà via e-mail un tagliando da stampare e apporre sul cruscotto dell’auto a ogni sosta, in modo da comunicare visivamente - all’agente di Polizia locale accertatore - che si sta utilizzando quel sistema per il pagamento.»
 
L’utilizzo della app consentirà di pagare gli effettivi minuti di sosta, cosa non possibile attualmente e di poter eventualmente prolungare la sosta stessa.
«Ad esempio, ho parcheggiato in piazza Navarrino impostando la sosta per circa due ore, trascorse le quali sono ancora impegnata e/o distante dalla mia vettura: con il pagamento digitale sarà sufficiente entrare nell’applicazione e prolungare il tempo precedentemente inserito.»
 
«Contrariamente, se la mia sosta dovesse essere più breve, una volta ritornata alla mia auto potrò terminare la sosta e pagare esattamente per il tempo occupato.
«È stato scelto di attivare il servizio con queste aziende valutando di fornire agli utenti la possibilità di scelta secondo le proprie abitudini, essendo le stesse molto diffuse sia a livello provinciale che nazionale.»
 
I totem dislocati sul territorio comunale rimarranno disponibili, anche se nel tempo potranno essere oggetto di una razionalizzazione viste le costose spese di commissione fisse.
«L’attivazione di questo servizio è uno degli obiettivi del Progetto speciale Smart City, assieme all’installazione delle colonnine di ricarica e-bike che saranno consegnate entro fine marzo; per le stazioni di ricarica auto, l’amministrazione sta facendo dei ragionamenti di tipo economico oltre che normativo.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande