Home | Interno | Gli alunni della Moggioli di Povo inaugurano il nuovo parco

Gli alunni della Moggioli di Povo inaugurano il nuovo parco

L’inaugurazione è avvenuta stamane alla presenza delle maggiori autorità cittadine e provinciali

Tranquillo, fresco, curato, variopinto, rigoglioso, di tutti. Sono questi gli aggettivi utilizzati dagli alunni della scuola primaria Moggioli di Povo per descrivere il nuovo parco pubblico Salé, inaugurato stamane a Povo, alla presenza delle maggiori cariche istituzionali.
Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti tra gli altri l’assessore all’istruzione e cultura della Provincia autonoma di Trento Mirko Bisesti, la sovrintendente scolastica Viviana Sbardella, il sindaco della città capoluogo Fanco Ianeselli, il presidente della Circoscrizione Sergio Casetti, la dirigente e i collaboratori del Servizio Gestione Strade e Parchi del Comune di Trento.
Gli alunni, coadiuvati dai loro insegnanti hanno scelto una giornata particolarmente simbolica per l’inaugurazione di un parco, la prima giornata di primavera. L’iniziativa li ha visti protagonisti anche in fase di progettazione dell’opera, frutto di un percorso partecipato da parte del Comune con le scuole elementari del luogo.
 
Hanno voluto attendere il primo giorno di primavera, i bambini della Scuola Primaria U. Moggioli di Povo, per inaugurare con le loro maestre e i loro maestri il nuovo parco situato tra il rio Salé e l’omonima via del sobborgo collinare di Trento.
Nella mattinata di oggi, alla presenza delle maggiori autorità cittadine e provinciali, la cerimonia di inaugurazione.
«È una giornata importante oltre che simbolica quella della prima giornata di primavera per l’inaugurazione del nuovo parco di Povo, – così nel suo saluto l’assessore provinciale all’istruzione e cultura della Provincia autonoma di Trento Mirko Bisesti. –  Un parco che vi ha visti protagonisti sia nella fase di progettazione, che di realizzazione dell’opera.
«Un’esperienza che porterete nel cuore anche da adulti, – ha detto Bisesti rivolgendosi ai bambini. – Viviamo in un territorio bellissimo che ci offre anche la possibilità di avere quest’aula all’aperto, dove potrete sperimentare e accrescere le vostre competenze in compagnia e in allegria.
«Leggo questa circostanza – ha concluso l’assessore – come un segnale di ripartenza che dà fiducia e speranza al futuro di tutti noi.»
 
Presentatore della mattinata, Sergio Casetti, presidente della Circoscrizione di Povo, che nel ringraziare tutti i presenti ha raccontato il lavoro di mediazione tra scuola e Comune effettuato dalla Circoscrizione e con l’occasione ha presentato una pubblicazione che documenta il lavoro di approfondimento svolto dagli insegnanti e dai bambini per la realizzazione del parco.
All’inaugurazione è intervenuta anche la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Trento 1 Laura De Donno che ha commentato così.
«L’inaugurazione di un parco rappresenta un’occasione ghiotta per la scuola.
«È un compito di realtà a cui i bambini partecipano in tanti modi: hanno partecipato alla progettazione del parco, hanno realizzato approfondimenti di scienze sulla vegetazione e, oltre che in tema di ambiente, hanno lavorato rispetto all’educazione alla cittadinanza e a molti aspetti legati al territorio.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande