Home | Interno | Emergenza siccità: attenzione al corso superiore dell'Adige

Emergenza siccità: attenzione al corso superiore dell'Adige

Arno Kompatscher ha firmato un'ordinanza sull'emergenza idrica nel bacino imbrifero dell’Adige superiore fino a Castelbello

A causa della siccità in corso e di lavori di manutenzione alla centrale di Glorenza, che non può quindi mettere a disposizione l’acqua per l’irrigazione antigelo, il presidente Arno Kompatscher ha firmato oggi un’ordinanza d’emergenza.
«Con questo regolamento stiamo reagendo all'incombente carenza idrica in Alta Val Venosta, – spiega Kompatscher. – Da un lato, non ci sono state precipitazioni per settimane, e dall'altro l'irrigazione delle foreste e delle aree di coltivazione delle mele potrebbe diventare necessaria già alla fine di marzo.»
 
Sono interessati circa 800 ettari di terreni agricoli nella zona di Castelbello-Lasa, che dipendono dai prelievi d'acqua dal fiume Adige per la protezione dal gelo.
A causa della momentanea non operatività delle centrali di Glorenza e Lasa la fornitura di acqua concessa e accordata mediante convenzione tra il Consorzio di Bonifica Val Venosta ed Alperia non può essere garantita come di consueto.
La centrale idroelettrica di Glorenza può essere rimessa in funzione soltanto nella settimana dal 4 al 10 aprile.
 
L'ordinanza firmata oggi stabilisce che in caso di gelate previste in queste zone, possa essere scaricata una quantità supplementare di acqua fino a 6 metri cubi al secondo dal lago di San Valentino alla Muta nel fiume Adige con un tempo di attesa adeguato.
Il livello dell'acqua nel lago di San Valentino alla Muta deve essere garantito in caso di pericolo di gelo, tramite l’alimentazione di 3 metri cubi d'acqua al secondo dal lago di Resia.
Dato che il rilascio di 6 metri cubi di acqua nel bacino superiore dell’Adige rappresenta un intervento in un ecosistema sensibile, l'immissione d'acqua deve essere effettuata con un aumento graduale della quantità d'acqua, così come la riduzione delle quantità d'acqua immesse.
 
Sul tratto di fiume interessato viene effettuato il monitoraggio dell'ecosistema e della popolazione ittica.
L'emergenza idrica per garantire le quantità d'acqua per l'irrigazione antigelo dal fiume Adige ha effetto immediato fino alla rimessa in funzione della centrale di Glorenza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande