Home | Interno | Maestri del lavoro, onorificenza per 7 trentini e 9 altoatesini

Maestri del lavoro, onorificenza per 7 trentini e 9 altoatesini

Spinelli: «Sicurezza, formazione e contrasto alle disuguaglianze sono le priorità»

image

>
La festa del Primo maggio è, come di consueto, un’occasione importante per la consegna delle «Stelle al merito del Lavoro» ai lavoratori del Trentino e dell’Alto Adige, che si sono distinti per particolari meriti professionali, culturali, di perizia e laboriosità.
Un'onorificenza consegnata nel corso di una cerimonia ospitata da Palazzo Ducale a Bolzano, secondo il principio dell'alternanza tra le due città capoluogo.
Sette i lavoratori della provincia di Trento premiati, a cui se ne aggiungono 9 della provincia di Bolzano.
 
L’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli ha osservato come, in una giornata significativa come quella di oggi, la consegna delle «Stelle al merito del Lavoro» rappresenti un appuntamento importante per coloro che, lavorando, hanno contribuito, in maniera significativa, alla vita economica del nostro territorio con impegno e professionalità.
«I lavoratori che oggi ricevono questa onorificenza rappresentano la laboriosità, la dedizione e la voglia di fare che caratterizzano in modo inconfondibile la nostra regione, – ha osservato Spinelli. – Voi maestri del lavoro siete un esempio al quale guardiamo con ammirazione.
«Accompagnate dunque le nostre ragazze e i nostri ragazzi in un futuro nel quale potranno esprimere pienamente le loro competenze e i punti di forza, per una realizzazione che sarà di impulso per la crescita di tutta la nostra società.»
 

 
«La Giornata odierna – ha sottolineato l’assessore Spinelli – invita a ragionare con ancora più forza sul modello di occupazione che vogliamo consolidare e sul quale la nostra terra di Autonomia può fare da apripista.
«I pilastri sono rappresentati dalla sicurezza, dalla formazione dei giovani, dall’azione di contrasto alle disuguaglianze e per la piena affermazione del contributo individuale alla crescita, tenendo conto del fatto che la pandemia ha maggiormente peggiorato le condizioni delle lavoratrici donne, oltre a quelle di giovani e precari.
«Continuiamo dunque a operare in una logica di rilancio territoriale e di iniezione di nuove energie.»
 
Alla cerimonia sono intervenuti in apertura il commissario del Governo per la Provincia di Trento Gianfranco Bernabei e il commissario del Governo per la Provincia di Bolzano Vito Cusumano, che hanno rivolto un indirizzo di saluto agli intervenuti.
«Celebriamo la festa di tutti i lavoratori, questa in particolare è la festa di coloro che si sono distinti per i loro meriti professionali, ma anche umani e si sono resi meritevoli del titolo di Maestri del lavoro», – ha detto Bernabei.
Alla cerimonia sono intervenuti inoltre il vicepresidente della Provincia autonoma di Bolzano Giuliano Vettorato, il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi, il vicesindaco di Trento Roberto Stanchina e il console regionale della Federazione dei Maestri del lavoro Renzo Sevignani.
 

 
 Questi i lavoratori premiati per la Provincia autonoma di Trento  
- Danilo Andreolli, Luxottica srl - Rovereto - 36 anni servizio - impiegato, settore industria
- Giulio Di Garbo, Mariani spa - Rovereto - 30 anni servizio - impiegato ex operaio, settore industria
- Giuliana Foradori, Tecnolab snc - Trento - 40 anni di servizio - impiegata, settore servizi
- Alberto Giacomoni, Mediocredito Trentino Alto Adige spa - Trento - 31 anni di servizio - quadro, settore credito
- Claudio Natili, Banca nazionale del lavoro spa, Gruppo Bnp Paribas - Milano - 29 anni di sevizio - quadro, settore credito
- Diego Pocher, Furlani carne spa - Trento 42 anni di servizio - impiegato in pensione, settore industria
- Ruggero Rosa, Mariani spa - Rovereto - 34 anni di servizio - impiegato ex operaio, settore industria
 
 Questi i lavoratori premiati per la Provincia autonoma di Bolzano  
- Mauro Biasiol, Brennercom spa - Bolzano - 40 anni di servizio - quadro in pensione, settore servizi
- Roberto Comina, Lavoratori associati cooperativa sociale Onlus - Bolzano -26 anni di servizio - dirigente in pensione, settore servizi
- Bernhard Herbert Hellrigl, A. Eisenkeil srl - Marlengo - 35 anni di servizio - impiegato ex operaio in pensione, settore commercio
- Karl Leitner, Cassa Raiffeisen della Valle Isarco Soc. Coop. arl - Bressanone 38 anni di servizio - dirigente, settore credito
- Stefano Liverani Poggi, Miele Italia srl - Appiano sulla strada del vino - 34 anni di servizio - quadro, settore commercio
- Mauro Monai, Acciaierie Valbruna spa - Bolzano - 42 anni di servizio - impiegato ex operaio in pensione, settore industria
- Claudio Pasolli, Memc Electronic Materials spa - Merano - 39 anni di servizio - dirigente, settore industria
- Paola Tagliari, Fercam spa - Bolzano - 31 anni di servizio - quadro, settore trasporti
- Gerhard Zwerger, Athesia Druck srl - Bolzano - 30 anni di servizio - impiegato in pensione, settore industria.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande