Home | Interno | Convegno sulle potenzialità del potere legislativo

Convegno sulle potenzialità del potere legislativo

Convegno promosso dal Consiglio provinciale di Trento e dalla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Trento, assieme ad Asa e Lia

image

>
Un approfondimento di livello universitario sul ruolo e le potenzialità evolutive del potere legislativo nel sistema di governo regionale (e delle Province Autonome), con specifico riferimento alle realtà territoriali dell'arco alpino.
È questo l'obiettivo del primo panel attivato oggi pomeriggio dal convegno promosso dal Consiglio provinciale di Trento e dalla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Trento, assieme ad Asa e Lia (Autonomie speciali alpine e Laboratorio di innovazione istituzionale per l'autonomia integrale).

L'iniziativa è sviluppata nell'ambito di una strutturata collaborazione tra Consigli delle 4 autonomie speciali di Trento, Bolzano, Trieste e Aosta.
A salutare i convegnisti è stato per primo il presidente Walter Kaswalder, che ha evidenziato come serva una base scientifica e giuridica solida e aggiornata per difendere le prerogative autonomistiche di territori speciali sì, ma anche piccoli e periferici come il nostro e quelli del nord.
I lavori - coordinati dal professor Matteo Cosulich - sono iniziati dopo il benvenuto porto dal nuovo preside di Giurisprudenza, Paolo Carta, eletto lo scorso 15 novembre.



Il professor Roberto Toniatti - docente di diritto comparato e componente del comitato scientifico del convegno assieme a Cosulich e a Gianfranco Postal - è entrato nel vivo e ha dimostrato come in tante occasioni del recente passato la sua convinzione che vada rafforzato il ruolo delle assemblee legislative nei sistemi di governo come anche quello trentino, in particolare per il loro prezioso ruolo di controllo sugli esecutivi e di responsiveness, ossia di traduzione delle necessità emergenti dal contesto sociale.
 
I lavori del convegno, nella sala conferenze di via Verdi a Giurisprudenza, stanno proseguendo con una prima sessione, non prima di una autorevole prolusione in videoconferenza del professor Antonio D'Atena, collegato da Roma Tor Vergata.
Il convegno riprende e si conclude domattina dalle 9 alle 13 con relazioni affidate a Gianfranco Postal, Gianmario Demuro (Università di Cagliari), Antonio Schizzerotto, Massimo Carli (Firenze), Roberto Louvin (Trieste), con il ruolo di discussant svolto dal segretario generale del Consiglio provinciale, Giuseppe Sartori.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande