Home | Interno | Maturità 2019: gli esami inizieranno il 19 giugno

Maturità 2019: gli esami inizieranno il 19 giugno

Per 470.000 strudenti la doppia prova – All’orale dovranno pescare una busta su tre – In Alto Adige 1.200 studenti affronteranno anche la prova diella seconda lingua

image

>
Il ministro dell'Istruzione ha voluto sperimentare subito le novità della Maturità 2019 e ai 470 mila candidati ha offerto la temuta doppia prova: al Classico, il prossimo giugno, la seconda materia sarà un testo che prevede una traduzione di Latino e Greco insieme. Allo Scientifico ci saranno Matematica e Fisica, insieme.
Lo ha annunciato lo stesso ministro Marco Bussetti, su Facebook, a mezzogiorno. Era l'ipotesi più dura: una novità assoluta dopo la riforma resa pubblica lo scorso 26 novembre.
La doppia materia sarà presente in quasi tutti gli indirizzi scolastici.
Scienze umane e Diritto ed Economia politica sono offerte insieme per il Liceo delle Scienze umane (opzione economico sociale).
Inglese e lingua 3 per il Liceo linguistico. Discipline Progettuali Architettura e Ambiente per il Liceo artistico.
Discipline turistiche e aziendali insieme a Inglese è la scelta per l’Istituto tecnico per il turismo.
Ancora, Informatica e Sistemi e reti per l’Istituto tecnico indirizzo informatica.
Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici per l’Istituto professionale per i servizi di enogastronomia.
 
Saranno circa 1.200 gli studenti delle scuole superiori in lingua italiana dell'Alto Adige alle prese, a partire dal 19 giugno 2019, con l'esame di maturità.
Le materie sono state determinate dal Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca; per la provincia di Bolzano sono stati sentiti i rappresentanti delle tre Intendenze scolastiche.
Le griglie per la valutazione delle prove, come i quadri di riferimento delle discipline, sono state fornite direttamente dal Ministero, quindi saranno uniformate a livello nazionale e attente alle differenze di indirizzo (licei, tecnici, professionali).
Nel nuovo esame di Stato, per la prima volta lo svolgimento della seconda prova verterà perlopiù su 2 discipline, con qualche eccezione, in cui viene mantenuta un’unica materia.
Nella provincia di Bolzano, inoltre, gli studenti affronteranno una terza prova: quella di accertamento delle competenze di tedesco seconda lingua.
La materia tedesco seconda lingua viene assegnata a un commissario interno, ad eccezione del percorso «Capes» della Formazione professionale.
Complessivamente con le tre prove scritte i candidati potranno ottenere un massimo di 40 punti.
Le prove si svolgeranno il 19, 20 e 21 giugno.
 
Come detto, a chiudere l’esame seguirà il colloquio, il cui scopo è di verificare non solo l’apprendimento dei contenuti, ma anche la capacità di utilizzare le proprie conoscenze e di creare collegamenti, argomentando in maniera critica e personale, anche utilizzando la seconda lingua e la lingua straniera.
I candidati dovranno inoltre esporre la propria esperienza di progetto, anche orientativo, di alternanza scuola-lavoro, esponendo una breve relazione e/o realizzando un elaborato multimediale.
Infine, il colloquio verterà anche sulle competenze maturate nell'ambito delle attività relative a «Cittadinanza e Costituzione».
Con la prova orale gli studenti potranno ottenere un massimo di 20 punti.
Le sedi degli esami di Stato, sono 16, di cui 10 in istituti a carattere statale, 6 in istituti riconosciuti paritari, oltre alla scuola professionale provinciale «Einaudi» di Bolzano, sede del corso «Capes».
 
Tramite questo link l'elenco delle materie d'esame.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone