Home | Interno | Olimpiadi 2026: a Verona comitato col ministro Spadafora

Olimpiadi 2026: a Verona comitato col ministro Spadafora

Sul tavolo i ruoli delle province di Trento e di Bolzano in termini di redemtion in immagine complessiva

C’era anche il ministro allo sport, Vincenzo Spadafora a Verona dove si è riunito il Comitato di indirizzo delle Olimpiadi 2026 alla presenza del presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti e di quello della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher.
Accanto a loro anche i presidenti di Veneto, Luca Zaia e Lombardia, Attilio Fontana, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, quello di Cortina, Gianpietro Ghedina, il presidente del CONI, Giovanni Malagò e il presidente del CIP, Luca Pancalli.
Un passo avanti importante, anche per l’assicurazione del ministro dell’interesse del Governo verso questa partita che richiede - ha detto - massimo rispetto istituzionale verso i diversi attori che la stanno giocando, nella consapevolezza però delle potenzialità enormi in termini di ricaduta economica e d’immagine sull’intero Paese.
Prossimo passaggio a breve, in occasione di una riunione fissata a Roma la prossima settimana, sarà la definizione dei profili della cosiddetta legge olimpica.
 
«Una riunione proficua – ha confermato il presidente Fugatti – e stiamo procedendo condividendo le scelte più importanti con gli altri partner con cui, come Trentino e Alto Adige, sediamo nel consiglio di amministrazione.»
I lavori si sono concentrati per definire meglio i contorni della complessa articolazione su cui si baserà la governance dei giochi olimpici, con l’obiettivo di completare in tempi rapidi la bozza dello statuto della fondazione chiamata a gestire gli aspetti organizzativi.
Altro tema affrontato riguarda la figura del Ceo di cui sono state definite le caratteristiche, con particolare rilievo all’esperienza nel campo del management industriale ma al tempo stesso anche alla conoscenza dei meccanismi che regolano il funzionamento delle pubbliche amministrazioni.
Al termine dei lavori è stata individuata una short list nella quale rientrano tre professionisti - i nomi sono ancora riservati - che ora saranno sentiti dal Comitato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni