Home | Interno | Cronaca | Estate: il Questore di Trento Cracovia impone un giro di vite

Estate: il Questore di Trento Cracovia impone un giro di vite

Oltre 800 motocicli controllati e 80 multe per guida pericolosa: il 10% è irregolare

La prevenzione degli incidenti stradali è uno dei temi che maggiormente preoccupa la Polizia di Stato.
I dati degli ultimi anni, seppur in discesa, ci dicono che in un quarto di tutti i decessi, le vittime sono conducenti di ciclomotori e motocicli. Quest’ultimo dato è particolarmente preoccupante, considerati i mezzi circolanti.
Per tale motivo all’inizio di giugno il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza, presieduto dal Commissario del Governo Lombardi, ha affrontato il tema indicando le azioni che potevano essere messe in campo per limitare l’incidentalità sulle strade provinciali.
 
Con l’inizio di luglio il Questore Cracovia ha disposto, in particolare nei fine settimana, una serie di controlli da parte della Polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie Locali sulle strade trentine, alcune delle quali, già teatro di numerosi incidenti stradali.
In questo fine settimana sono stati controllati circa 800 motocicli e sono state elevate circa 80 sanzioni per eccesso di velocità e condotte imprudenti alla guida.
 
Si ricorda agli utenti della strada che i controlli proseguiranno in particolare sui i tratti più esposti delle valli del trentino, come la Valsugana, Val D’Adige, Val di Non, Val di Sole, Val di Fassa, Val di Fiemme, Vallagarina, Alto Garda e Ledro, Valli Giudicarie, Val del Chiese, anche nei prossimi fine settimana.
La massiccia presenza delle pattuglie e la collocazione nelle zone a maggior rischio, non solo è diretta a sanzionare gli utenti che violeranno le norme del Codice della Strada, ma mira alla dissuasione dei comportamenti illeciti o imprudenti degli utenti della strada con particolare attenzione ai motociclisti.
 
«Continuano costanti le azioni di tutti gli attori della sicurezza attiva – commenta il Vice Questore Salvatore Ascione portavoce del Questore Cracovia – dirette a prevenire l’incidentalità con particolare attenzione a quella dei motociclisti.
«La campagna di sensibilizzazione e le azioni di prevenzione, combinate con le sanzioni, hanno lo scopo di far comprendere agli utenti della strada l’importanza della prudenza e della attenzione alla guida.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni