Home | Interno | Cronaca | Setacciato il territorio da parte della Questura di Trento

Setacciato il territorio da parte della Questura di Trento

Il 15 ottobre è stato arrestato in flagranza un tunisino e il 19 ottobre sono stati controllati 72 soggetti, alcuni dei quali gravati da precedenti penali e di Polizia

Proseguono i servizi di controllo del territorio da parte della Questura di Trento, finalizzati a prevenire e reprimere attività delittuose riconducibili alla criminalità diffusa, allo spaccio di stupefacenti ed a situazioni di degrado.
Nel pomeriggio di sabato scorso, 15 ottobre, personale della Squadra Mobile ha arrestato in flagranza di reato un cittadino tunisino, irregolare sul territorio nazionale, con diversi precedenti penali e di Polizia.
Nei fatti, il personale di Polizia, durante la quotidiana attività di controllo, ha notato il soggetto a bordo di una bicicletta elettrica, con in mano dei capi di abbigliamento nuovi, con dispositivo antitaccheggio ben visibile, che alla vista degli operatori ha tentato di darsi ad una repentina fuga.
 
Notato tale atteggiamento, immediatamente gli agenti di polizia lo hanno raggiunto, fermato e sottoposto a controllo, dal quale sono stati rinvenuti all’interno della tasca della felpa numerosi grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish.
Il soggetto, inoltre, non ha saputo fornire alcuna giustificazione in merito ai capi di abbigliamento in suo possesso, aventi un valore di mercato di oltre 500 euro ed ancora muniti di apparecchiatura antitaccheggio ed etichettature. Pertanto, accertata la provenienza illecita, la merce è stata successivamente restituita ad un esercizio commerciale dal quale era stata precedentemente asportata. Mentre per quanto riguarda la bicicletta, sono tuttora in corso accertamenti per verificarne la provenienza.
 
Il pomeriggio del 19 ottobre u.s., personale della Squadra Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia ed un’unità cinofila della Guardia di Finanza hanno effettuato un’attività congiunta in centro città, tra le piazze Dante, Santa Maria Maggiore nelle zone limitrofe, nonché nel parco cittadino di Santa Chiara e nel parco San Marco che ha portato al controllo di 72 soggetti, alcuni dei quali gravati da precedenti penali e di Polizia.

Tra i soggetti controllati, si segnalano alcuni casi:
- ad un cittadino senegalese del 1986, irregolare sul territorio nazionale, è stato notificato un decreto di espulsione e notificata la misura dell’avviso orale;
- ad una cittadina italiana del 2004 è stato notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato ad irrogare la misura dell’ammonimento;
- un minore è stato riaccompagnato in una struttura per minorenni, da cui si era allontanato arbitrariamente;
- ad un italiano del 1987 è stato notificato un decreto di citazione per il reato di furto aggravato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande