Home | Interno | Cronaca | Accertato l'esercizio abusivo di 3 agenzie di controllo-sicurezza

Accertato l'esercizio abusivo di 3 agenzie di controllo-sicurezza

La Polizia Amministrativa di Trento ha segnalato all'Autorità Giudiziaria cinque cittadini italiani e uno straniero

L’attività di controllo disposta dal Questore di Trento nei mesi di novembre - dicembre 2018, volta al contrasto dell’impiego irregolare o comunque non conforme alla normativa vigente del personale addetto al servizio di controllo-sicurezza presso i locali di intrattenimento e spettacolo, disciplinati dal D.M. 6 ottobre 2009 e la successiva attività d’indagine effettuata dal personale della Divisione di Polizia Amministrativa Sociale e dell’Immigrazione, Squadra Amministrativa, ha consentito di accertare l’esercizio abusivo di ben tre agenzie, che in un lasso di tempo compreso fra ottobre 2016 e dicembre 2018, hanno effettuato numerosi servizi sebbene non in possesso della relativa autorizzazione di pubblica sicurezza.
 
Le indagini svolte, con l’escussione di numerose persone e terminate in questi giorni, hanno permesso di segnalare all’Autorità Giudiziaria di Trento e Rovereto per esercizio abusivo dell’attività prevista dall’art. 134 T.U.L.P.S., cinque cittadini italiani e uno straniero, nonché elevate sanzioni amministrative per un totale di € 16.600 per la non corretta osservanza del D.M. 6 ottobre 2009.
 
Il giorno dopo la tragedia di Corinaldo, nelle attività disposte dal Questore a prevenzione e tutela dell’ Ordine e Sicurezza Pubblica, è stata accertata presso una discoteca della provincia, la riduzione del numero delle vie di fuga rispetto a quello stabilito dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui teatri ed altri locali di pubblico spettacolo in relazione alla capienza di 500 persone.
La sanzione elevata e la relativa segnalazione al Servizio Polizia amministrativa provinciale della Provincia Autonoma di Trento, col conseguente ripristino, da parte del titolare dell’esercizio, della situazione antecedentemente autorizzata, ha sicuramente evitato il succedersi di gravi conseguenze per l’incolumità pubblica.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone