Home | Interno | Politica | Ugo Rossi improvvisamente lascia il PATT

Ugo Rossi improvvisamente lascia il PATT

La sua intenzione è dar vita a una nuova esperienza politica

image

>
Ugo Rossi è stato l’autore del rinnovamento del PATT, che ha guidato fino a portarlo ai vertici della scena politica del Trentino.

È stato presidente della Provincia autonoma di Trento dopo aver clamorosamente battuto il PD alle primarie del 2013.
Poi, in seguito alla frattura della coalizione di Centrosinistra voluta dal PD su spinta di Donata Borgonovo Re, è stato rieletto come semplice (si fa per dire) consigliere provinciale del Partito Popolare Trentino Tirolese.

Sembrava tutto pronto per organizzare la riscossa che portasse il centrosinistra in Giunta alle prossime elezioni provinciali, quando ecco la notizia improvvisa e sorprendente.
«Ho deciso di provare a dare una mano per costruire una nuova esperienza politica» – Scrive Ugo Rossi in una nota per la stampa.
Conferma il rispetto per il PATT per la strada fatta insieme, ma annuncia di tentare una strada tutta sua.
Restando consigliere, Rossi passa dunque al Gruppo misto.

Non appena avremo ulteriori notizie provvederemo a pubblicarle.

Questo il testo della nota:
Ho deciso di provare a dare nuova esperienza politica, che dia voce a tante sensibilità che oggi faticano a essere rappresentate dagli attuali partiti.
Ho pieno rispetto di ciò che il PATT e anche gli altri partiti rappresentano e del lavoro che svolgono.
È una scelta quindi che non si pone in contrasto con nessuno, ma solo cercherà di aggiungere pensieri e proposte, spero utili al nostro Trentino.
Ugo Rossi
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni